L’imbattuta Passalacqua Ragusa di Nino Molino si reca a Schio per provare a scrivere una pagina di storia

Un time out di Nino Molino (Ragusa)
Il roster della Passalacqua Ragusa

Il roster della Passalacqua Ragusa

In punta di piedi. Per andare a giocare, da capolista, sul parquet delle campionesse d’Italia della Famila Schio. Mille partite, quelle che domenica festeggerà la squadra vicentina di coach Mendez, contro le appena dieci disputate nella massima serie per la Passalacqua Ragusa. Solo qualche mese fa sarebbe stata la più classica delle sfide da Davide contro Golia, ma adesso assume i contorni di una gara che le iblee si andranno a giocare ad armi pari, con il massimo rispetto per le avversarie, ma con la grande consapevolezza dei propri mezzi. Micovic e compagne superano in classifica attualmente di due lunghezze le campionesse d’Italia, che avranno la possibilità, di fronte al pubblico amico, di provare a raggiungere a quota 18 punti proprio la Passalacqua. Diversamente, Ragusa si aggiudicherebbe con una giornata d’anticipo il titolo di campione d’inverno.
“Noi teniamo sempre un profilo basso – dice il presidente della Passalacqua Spedizioni, Gianstefano Passalacquaandremo a Schio a giocare con grande tranquillità. Se c’è qualcuno che deve vincere sono loro. Cosa significa andare a giocare a Schio da capolista? Se pensi questo, la pressione ti arriva addosso, dunque meglio non pensarci e restare sempre sereni, così come tra l’altro siamo stati fino ad ora. Detto questo, è chiaro – ammette il patron biancoverde – che sarà una partita dalla quale capiremo davvero chi siamo e quanto valiamo. La cosa più importante sarà quella di uscire dal campo avendo dato tutto. Poi vedremo come andrà a finire”.

Un time out di Nino Molino (Ragusa)

Un time out di Nino Molino (Ragusa)

L’organico è al gran completo, le ragazze di coach Molino sono tutte in buone condizioni e si stanno allenando nell’ormai solito clima di grande concentrazione e determinazione che regna dall’inizio della stagione. Alla vigilia di una sfida così importante il coach messinese Nino Molino (ci sarà una sfida nella sfida col vice allenatore di Schio, anch’egli proveniente dalla città dello Stretto, Giustino Altobelli, ndc) non sembra aver bisogno di caricare ulteriormente le proprie ragazze: “Sarà una bella domenica, un appuntamento importante e che vedrà il palasport pieno. Noi andiamo forti della buona posizione conquistata in classifica, ci sono tutti gli ingredienti per fare la nostra partita, nella consapevolezza di aver dato sempre il massimo e non avere nulla da perdere”.
Nonostante di fronte ci sarà la Famila Schio, la squadra femminile che nel panorama cestistico italiano ha ottenuto cinque Scudetti e Supercoppe Italiane e sette Coppe Italia, il tecnico siciliano non sembra avvertire particolari emozioni: “Nessun timore. Abbiamo dalla nostra una filosofia che ci porta ad avere massimo rispetto verso tutte le squadre indifferentemente che occupino il fondo o la vetta della classifica, quindi abbiamo rispetto per una squadra come Schio di grande prestigio in Italia ed in Europa. Avessimo però dovuto tenere il conto dei singoli scudetti vinti dalle giocatrici affrontate sinora saremmo a quattro punti, invece siamo più avanti. Finora abbiamo giocato bene insieme, dobbiamo continuare a farlo”.
Il match in programma al PalaCampagnola avrà inizio alle ore 17,30 e potrà essere seguito in diretta streaming sul sito della legabasket femminile o sul canale 832 della piattaforma satellitare di Sky. Da sottolineare infine come per l’ennesima volta lo sport si dimostra vicino e sensibile al mondo della beneficenza, infatti l’incasso del match sarà devoluto a favore delle popolazioni vittime delle  recenti alluvioni in Sardegna.

La locandina celebrativa della millesima partita in serie A di Schio

La locandina celebrativa della millesima partita in serie A di Schio

Commenta su Facebook

commenti