“L’Autobus”, Domenica Barbaro e il mondo dell’ATM in un libro

Domenica BarbaroLa copertina del libro di Domenica Barbaro L'Autobus

Sabato 13 ottobre alle ore 18.30 presso il Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, sarà  presentato il libro “L’Autobus“, scritto da Domenica Barbaro. Alla presentazione del volume parteciperanno l’assessore alla cultura Vincenzo Trimarchi e i consiglieri comunali Gaetano Sciacca e Salvatore Sorbello oltre all’editore Armando Siciliano.

Domenica Barbaro è nata a Messina nel 1965. Dopo un diploma, un marito (ex), due figli si è messa a lavorare assommando: promoter biscottini-merendine, un bar-tabacchi (cassiera), promoter contratti telefonia, assicurazioni, agenzia disbrigo pratiche automobilistiche, agenzia immobiliare, lavoratrice socialmente utile… e finalmente sei anni fa è riuscita a coronare il sogno della sua vita: guidare un autobus.

Domenica Barbaro descrive, nel suo libro, “lo strano comportamento di alcuni “personaggi” che quotidianamente viaggiano sugli autobus di linea o sul tram. Gli autobus dell’ATM di Messina diventano, nell’ora di punta, il luogo di svago per borseggiatori e palpeggiatori. Senza remore, agiscono indisturbati, nel loro, per così dire, luogo di caccia. Il meccanismo psicologico che ispira le mosse del molestatore è sempre lo stesso: ”se chiedere significa ricevere inevitabili rifiuti, è meglio prendere senza chiedere e poi sparire”. A bordo degli autobus, il comprensibile rifiuto della vittima ”si frantuma tra la gente, si disintegra in mezzo alla folla perché’ l’autore del gesto si mimetizza e si confonde tra la gente che gli garantisce l’anonimato”. Nel ristretto spazio dei bus scatta poi, in alcuni soggetti, l’irrefrenabile voglia di molestare o di disturbare i vicini di posto e gli alti viaggiatori; ostacolare, con ogni mezzo, chi vuol passare avanti per poter scendere dal bus o spingere o far cadere volutamente i passeggeri. Oppure aggredire, senza alcun motivo valido, il controllore dei biglietti o l’autista. Ogni episodio, anche il più strano e incredibile, può accadere su un qualsiasi autobus di linea dell’ATM. Sembra quasi di rivivere le atmosfere di un thriller a puntate.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti