L’Aretusa si arrende nel finale. Il Green Palermo sbanca il Palakradina

L'Aretusa SiracusaL'Aretusa Siracusa

La Kama Italia Aretusa chiude con una sconfitta la sua stagione. Contro il Green Palermo ha ceduto con il punteggio di 74-78 al termine di una gara che ha appassionato il pubblico siracusano.

Peppone Lombardo

Peppone Lombardo, sempre tra i protagonisti

Avvio equilibrato con un Agosta molto ispirato. Suoi i sei punti che fissano lo score sul 6-4 dopo 3’. I palermitani faticano ad attaccare il tabellone e si affidano a Lombardo, devastante dalla distanza, sorpasso 6-7 al 4’. Tagliareni da tre permette alla sua squadra di andare sul + 3 , 11-14 a 3’48’’ dalla fine del primo tempo. Ancora lo stesso numero 43 ospite è letale dai 6,75, il Green allunga, 14-19. Non c’è un attimo di pausa, e la chiusura di parziale è caratterizzata da numerose conclusioni dalla distanza, 23-24. Nel secondo tempo gli ospiti con Lombardo e Gullo si portano sul +7 al 13’. Passaggio a vuoto per i padroni di casa che a 5’46’’ dall’intervallo lungo accusano un distacco di 12 lunghezze, 27-39. Marisi e Bonaiuto suonano la carica, 33-39, poi ancora Alescio per il nuovo -4. Le due squadre si rincorrono punto a punto, offrendo anche uno spettacolo gradevole. Si va all’intervallo lungo con il Green Palermo avanti 44-46.

Alla ripresa del gioco, Pezzarossa e Bonaiuto scaldano il pubblico, poi Grillo completa l’opera 51-51 al 23’. Ci pensano Gullo e Lombardo a riportare avanti il Green , ma la Kama Italia ribatte colpo su colpo e con Grillo chiude il parziale avanti di una lunghezza, 57-56. Negli ultimi 10’ Maritano con tre punti riporta avanti la sua squadra. A 8’39’’ dalla fine Anastasi si gioca la carta Messina alla sua ultima apparizione in biancoverde. Palermo si affida alla verve di Lombardo, ma l’esperto numero sei biancoverde non è da meno. Christian Carbone da tre fissa la nuova parità a 6’37’’ dalla fine, 65-65. Gara entusiasmante sino alla fine decisa nelle battute conclusive a favore dei palermitani.

Coach Anastasi con i suoi ragazzi

Coach Anastasi con i suoi ragazzi durante il match

A fine gara il coach aretuseo appare ugualmente soddisfatto: “In palio c’era il gusto di offrire uno spettacolo gradevole al nostro pubblico – spiega Alessandro Anastasi – e credo che entrambe le squadre abbiano giocato una buona pallacanestro. Alla fine, la differenza l’ha fatta la panchina. Se consideriamo che all’andata ci avevano asfaltato con un margine di 35 lunghezze, possiamo ritenerci soddisfatti. A livello personale, mi hanno fatto piacere i complimenti ricevuti a fine gara dal loro presidente. E’ stata un’annata intensa con grandi soddisfazioni. Riguardo al futuro, credo di aver fatto la mia parte, e di aver centrato un sesto posto che a dicembre sembrava pura utopia. Rimango a disposizione della società e attendo comunicazioni”.

Kama Italia Aretusa- Green Palermo 74-78

Kama Italia Aretusa: Bonaiuto 16, Messina 3, Carbone C. 8 , Casiraghi, Marisi 13, Ferraro 2, Grillo 14, Alescio11, Carbone A., Agosta 7. Coach: Anastasi

Green Palermo: Gullo 8, Lanfranchi, Mantia, Lombardo 22, Forzano 2, Trevisano 10, Maritano 8, Pezzarossa 10, Tagliareni 11, Bontempo 7. All: Bonanno

Arbitri: Castorina- Lucifero

Parziali: 23-24/44-46/57-56

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva