L’amarezza di Brandon Triche: “Speravo finisse diversamente. Grato all’Orlandina”

TricheSuper Brandon Triche

Finale promozione compromessa già in gara 1 per Brandon Triche. Il colpo subito al ginocchio al PalaVerde di Treviso lo ha messo giocoforza fuori e il team paladino ha perso il proprio asso che in tutta la stagione ha trascinato l’intero collettivo a suon di prestazioni da urlo. Il giocatore americano, già oggetto del desiderio di tante squadre, parla in prima persona ai suoi tifosi.

“Venire a Capo d’Orlando è stata la miglior scelta della mia carriera. Mi dispiace davvero molto di non poter giocare il resto della serie di finale”. Prima di gara tre verrà omaggiato del premio di MVP, l’ennesimo di una stagione straordinaria a livello personale, conclusasi però nel modo peggiore: “Purtroppo la mia serie di finale è finita subito. Sono molto triste per questo perchè abbiamo disputato una stagione sopra le righe. Quando sono arrivato ero dubbioso su Capo d’Orlando ma questa invece si è dimostrata essere la migliore decisione presa nella mia carriera cestistica.

Triche

Brandon Triche ancora una volta protagonista

Ho vinto tanti premi a livello individuale ma vincere di squadra a Capo d’Orlando è speciale e lo ricorderò per sempre. Ho vissuto gradi momenti qui, è una bellissima cittadina in cui vivere. Il clima degli ultimi giorni è stato fantastico e l’ho apprezzato in prima persona. Mi dispiace di non poter giocare in gara 3, dopo gara 1 ho provato a stringere i denti per gara 2 ma il dolore era troppo forte. Voglio ringraziare tutti i tifosi, la squadra e lo staff per avermi accolto benissimo. Sono riconoscente di questo. Grazie per la stagione che abbiamo vissuto e stiamo vivendo, è stata veramente stupenda per me. Grazie”.

Parole che sembrerebbero anticipare un addio tra le parti ma con ancora una serie di finale da contendere a Treviso in casa Orlandina Basket la concentrazione è unicamente rivolta al campo. Al mercato si penserà soltanto a fine stagione.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva