L’Alma Patti si ferma in semifinale dopo una splendida stagione. Vince Faenza

Alma PattiFaenza ha superato Patti in semifinale (foto Marco Brioschi)

Sarà Faenza-San Giovanni Valdarno la finale del girone sud di serie A2. Al PalaBubani le emiliane hanno superato l’Alma Patti con il punteggio di 84-63. Partita che le romagnole controllano sin dalla prima frazione (27-19) sfruttando tutta la profondità e il maggior tasso tecnico complessivo dell’organico (ben dieci giocatrici a punti): fondamentale anche il solidissimo apporto di Morsiani, 20 punti all’attivo con 9 rimbalzi.

Alma Patti

L’Alma Patti chiude una stagione sorprendente

Rimane storico il risultato ottenuto dalle siciliane a fine stagione: da matricola a formazione tra le migliori quattro del Girone Sud. Il punteggio finale segna un +21 per la atlete di coach Diego Sguaizer, che partono con il piglio giusto e fanno la Patti di gara-1 nel primo parziale, realizzando cioè 27 punti in un quarto. L’Alma trova risposte con i canestri di GalbiatiLlorente, ma Meschi diventa un pericolosissimo riferimento dalla linea dei 6.75 e l’inerzia comincia ad imboccare la strada di Faenza.

Le ragazze di Mara Buzzanca rimangono in partita solo nei primi 10′. Nella seconda frazione l’Alma può contare su un’altra positiva uscita dalla panchina di Boccalato, ma il punteggio resta basso così come il morale. Schwienbacher è in grande spolvero e così la tripla allo scadenza di tempo realizzata dall’E-Work è il segnale di quanto sia dura la serata pattese in Romagna. Le squadre tornano negli spogliatoi sul 49-31 a favore delle padrone di casa.

Stoichkova

Stoichkova porta palla contro Faenza (foto Sara Tumeo)

La terza frazione rappresenta il momento più difficile per Patti, che subisce subito un parziale di 6-0 in apertura, senza riuscire ad andare a canestro per almeno 3′. Lo scarto raggiunge i trenta punti e nonostante un timido tentativo di risposta nell’ultimo periodo, l’Alma non riuscirà a riaprire la gara. Virginia Galbiati chiude in doppia cifra anche l’ultima gara della stagione 2020-2021, Rossana Boccalato conferma con questa gara-2 le qualità acquisite da sesta giocatrice nelle rotazione. Victoria Llorente, Katrin Stoichkova e Giorgia Manfrè chiudono con il 60% al tiro, Rosa Cupido e capitan Marta Verona completano un’annata che le ha viste protagoniste fino alla fine.

E-Work Faenza – Alma Basket Patti 84 – 63 
Parziali: 27-19, 49-31, 71-43.
E-WORK FAENZA: Franceschelli* 6 (3/6, 0/2), Schwienbacher* 11 (2/3, 1/3), Franceschini NE, Morsiani* 20 (6/9, 2/4), Ballardini 8 (2/3 da 3), Caccoli 2 (0/1 da 2), Policari* 9 (3/4, 1/2), Soglia 4 (1/1 da 2), Meschi 8 (1/2, 2/3), Brunelli, Vente* 14 (6/8 da 2), Porcu 2 (1/3, 0/1). Allenatore: Sguaizer D. Tiri da 2: 23/38 – Tiri da 3: 8/19 – Tiri Liberi: 14/15 – Rimbalzi: 32 4+28 (Morsiani 9) – Assist: 18 (Franceschelli 7) – Palle Recuperate: 12 (Franceschelli 6) – Palle Perse: 19 (Franceschelli 2).
ALMA BASKET PATTI: Llorente* 15 (6/9, 0/3), Stoichkova* 9 (3/5, 1/3), Galbiati* 11 (4/11, 1/4), Cupido* 2 (0/5, 0/1), Sciammetta, Diouf, Verona* 7 (2/6, 1/1), Boccalato 13 (3/4, 2/3), Manfrè 6 (3/5 da 2). Allenatore: Buzzanca M. Tiri da 2: 21/47 – Tiri da 3: 5/15 – Tiri Liberi: 6/7 – Rimbalzi: 32 9+23 (Verona 5) – Assist: 12 (Galbiati 6) – Palle Recuperate: 9 (Llorente 2) – Palle Perse: 19 (Galbiati 5).
Arbitri: Mura E., Cassinadri A.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva