L’Akademia Messina torna a vincere in casa: 3-0 a Pescara, agganciata Brescia

Akademia MessinaPayne e Catania a muro (foto Nino Famà)

Torna alla vittoria l’Akademia Città di Messina che, nel turno infrasettimanale, supera al “PalaRescifina” la Sirdeco Volley Pescara con il risultato di 3-0. Inizio di sofferenza per la formazione di casa che riesce ad aggiudicarsi il primo parziale, solo dopo aver rischiato di capitolare ai vantaggi. Il 27-25 conclusivo sintetizza nei numeri quanto Pescara abbia lottato. Brave le ragazze di coach Bonafede a mantenere la necessaria attenzione e ad aggiudicarsi un set probabilmente decisivo per il prosieguo del match.

Akademia Messina

Il gruppo dell’Akademia Messina (foto Nino Famà)

Nei successivi due parziali, dominio della squadra di casa che, eccezion fatta per alcuni tratti, ha sempre tenuto un ampio vantaggio di sicurezza sulle ospiti. In classifica Perugia è la nuova capolista a quota 13 in attesa del posticipo di Busto Arsizio, ferma a 12 e raggiunta da Messina e Brescia, che si è imposta soltanto al tie-break con Como e ha perso quindi il punto di margine sulle siciliane.

Novità sulla panchina di Messina; con la casacca del secondo libero la giovanissima Aurora Caselli, classe ’08. Nello starting six, per le padrone di casa coach Bonafede schiera Galletti in regia, suo opposto Payne, centrali Mearini e Modestino, posto 4 Rossetto e Battista, libero Maggipinto. Per le ospiti, coach Bosica manda in campo Casarotti in regia, suo opposto Tosic, centrali Stellati e Martinez Volskis, posto 4 Becic e Bassi, libero Falcone.

Akademia Messina

Il saluto tra Falcone e Martinelli (foto Nino Famà)

Controllo della gara, in avvio, per Akademia Città di Messina, con Pescara che difende bene e riesce a rimanerle a ridosso (8-7). Un attacco, su palla slash, di Mearini piazza il primo massimo vantaggio per Messina (11-7). A seguire, la stessa centrale messinese piazza il muro del più cinque (13-8). La formazione di casa avanza prima con un lungo linea, giusto mix di abilità e potenza, di Rossetto, poi con una palla sette di Modestino (15-10). Pescara ci crede, accorcia e costringe Bonafede a chiamare time-out. L’ingresso di Catania al posto di Modestino produce un mini-break con la giocatrice neo-entrata al servizio (19-16). Battista piazza l’ace (22-19), Bonafede manda Ciancio in campo al posto della stessa posto 4 per alzare la ricezione e Rossetto appoggia d’astuzia in lungo linea. Un muro di Catania regala la prima set-ball a Messina. Pescara trova ancora la forza di reagire e trascina le messinesi ai vantaggi. Rossetto, ancora d’abilità, permette a Messina di rimettere la testa avanti (26-25). La chiude ancora Rossetto, stavolta trovando un mani-out (27-25).

Akademia Messina

La formazione dell’Akademia Messina (foto Nino Famà)

Nel secondo parziale, Bonafede conferma Catania al posto di Modestino nel reparto centrale, mentre Bosica il sestetto iniziale. Avvio equilibrato tra le due squadre. Bassi passa da posto 4 per il vantaggio minimo di Pescara (5-6). Battista opera il contro-sorpasso; un muro di Catania ed un doppio ace di Rossetto mandano Messina sul più quattro (10-6).  Il massimo vantaggio lo concretizzano Catania in attacco e Payne con un ace (11-18). L’americana chiude una palla gamma (11-19), mentre Rossetto, ancora con un ace, porta a otto il distacco. Galletti confeziona un secondo tocco di squadra vincente, mentre Catania trova il più undici e set-ball, prima chiudendo una palla slash e poi con un attacco chirurgico. L’errore della nuova entrata Formenti lascia il parziale a Messina (25-14).

Akademia Messina

Rossetto supera il muro di Pescara (foto Nino Famà)

Nel terzo set, ancora l’ottima Catania in campo per Messina, mentre Pescara si presenta con lo stesso sestetto dei parziali precedenti. Si continua sulla stessa lunghezza dei primi due parziali, Pescara approfitta di qualche errore avversario ma Rossetto, prima da posto quattro e poi con un ace, e Battista, con un tocco di abilità, staccano Pescara (13-9). Mearini, con la solita attenzione, chiude un pallone complicato (15-10), mentre Battista sale più in alto di tutte chiudendo con un diagonale profondo (16-12). Galletti piazza un ace, Payne un muro da posto due e Messina vola a più sei (18-12). Pescara non riesce ad offrire più resistenza e l’Akademia la vince con una fast di Catania (25-15).

Akademia Città di Messina – Sirdeco Volley Pescara: 3-0 
Parziali set: 27-25, 25-14, 25-25. Durata set: 33’, 23’, 26’.
Akademia Città di Messina: Battista 9, Martinelli ne, Catania 7, Ciancio 0, Modestino 2, Felappi 0, Mearini 6, Payne 18, Joly ne, Rossetto 15, Maggipinto (L) 0, Galletti 2, Michelini ne, Caselli L ne. All. Bonafede, Ass. Ferrara.
Sirdeco Volley Pescara: Tosic 12, El Mahi 0, Bassi 8, Formenti 0, Casarotti 1, Rumori 1, Cherepova 0, Bebic 6, Martinez 4, Falcone (L) 0, Stellati 6, De Fabritiis ne. All. Bosica, Ass. Orsatti.
Arbitri: Danilo De Sensi, Aldo Palumbo.
MVP: Valeria Battista (Akademia Città di Messina). Top Blocker: Greta Catania (Akademia Città di Messina).

Autori

MessinaSportiva.it è stato fondato nel 2005 da Francesco Straface. Nato da una costola di un portale creato nel 2002 per seguire la Pallacanestro Messina, matricola in serie A1 maschile, ha sempre seguito con attenzione il calcio cittadino, dando però spazio a tantissime realtà, anche le meno conosciute. Rappresenta ormai un punto di riferimento per gli sportivi di città e provincia