La WP Messina inizia il girone di ritorno con una sconfitta. Milano si impone per 9-5

pallanuoto serie a1 femminileFederica Radicchi in azione (foto V. Nicita Mauro )

Sconfitta casalinga, 9-5, per la Waterpolo Messina nella gara con Milano che ha aperto il girone di ritorno della massima serie femminile di pallanuoto. Alle peloritane non è bastato l’innesto della giovane brasiliana Leticia Belorio che ha sostituito nel roster, come nuova straniera, la cinese Zhao, miglior realizzatrice delle giallorosse nelle nove partite disputate nel girone d’andata. La sudamericana ha, comunque, ben impressionato e il suo apporto sarà fondamentale nella lotta salvezza che, nonostante tutto, rimane ancora aperta. Contro il più quotato avversario, la Waterpolo Messina è stata in partita fino alla prematura uscita, per tre falli, del capitano Radicchi alla fine del secondo periodo.

pallanuoto serie a1 femminile

Leticia Belorio al tiro (foto V. Nicita Mauro)

CRONACA Milano delle ex Gitto e Apilongo parte bene con Fisco ma Amedeo e Radicchi ribaltano il punteggio.  Le meneghine trovano il pari con Crevier ma perdono Ranalli espulsa per una parola di troppo verso l’arbitro Savarese. Radicchi riporta avanti la Waterpolo Messina ma la partita del capitano termina, per raggiunto limite di falli, a un minuto dalla conclusione della seconda frazione. Milano ne approfitta e si avvantaggia con Crevier in superiorità e Cordaro. Le padrone di casa senza la guida carismatica del capitano perdono in sicurezza e dopo l’intervallo lungo cedono sotto i colpi delle lombarde in rete con l’ungherese Menczinger e Apilongo. A metà tempo arriva il primo gol italiano di Belorio con un tiro incrociato. Una marcatura illusoria perché Milano segna ancora con  Crevier e Apilongo che portano a quattro lo scarto tra le due squadre. Negli ultimi otto minuti di gioco da segnalare solo le reti di Fisco e D’Amico.

pallanuoto serie a1 femminile

Una fase del match fra WP Messina e Milano (foto V. Nicita Mauro)

COMMENTI: Il tecnico Francesco Misiti non nasconde l’amarezza per il risultato: “Non molliamo anche se siamo consapevoli che la stagione sarà lunga e difficile. I pochi cambi non aiutano e quando arriva un’espulsione come quella di Radicchi, la nostra migliore giocatrice, paghiamo dazio. Dobbiamo lavorare per ritrovare l’intesa che a dicembre ci ha consentito di ottenere qualche buon risultato”.

TABELLINOWP MESSINA-N.C. MILANO 5-9 (2-1, 1-3, 1-4, 1-1)

Wp Messina: Sotireli, De Vincentiis, Bonanno, Amedeo 1, Brown, Radicchi 2, D’Amico M. 1, Misiti, Marchetti, Belorio 1, Atigue, Colosi, Celona. All. Misiti.
N.C. Milano: Nigro, Apilongo 2, Crudele, Gitto, Ranalli, Fisco 2, Menczinger 1, Zerbone, Cordaro 1, Crevier 3, Magni, Repetto, Rosanna. All. Diblasio.
Arbitri: Ricciotti e Savarese. Sup. numeriche: Messina 3/7, N.C. Milano 4/9.
Note: uscite per limite di falli: Radicchi (M) nel secondo tempo. Espulsa: Ranalli (Milano) nel secondo tempo.

Questi i risultati della decima giornata: Florentia- Ekipe Orizzonte Ct  4-16, Bogliasco – Rapallo 9-6, Cosenza Sis Roma 2-7. Riposa Padova

Classifica A/1 F:  Ekipe Orizzonte Ct 25, Padova 18, Rapallo, Sis Roma e Milano 15,  Bogliasco 12, Cosenza 7,  Florentia 5, Waterpolo Messina 3.

Commenta su Facebook

commenti