La Sigma Barcellona passa a Jesi con la coppia Filloy-Collins da 57 punti. Terzo successo consecutivo e vetta riconquistata dai giallorossi (VIDEO)

La carica della panchina della Sigma Barcellona
Time out di Piero Coen (Fileni Jesi)

Time out di Piero Coen (Fileni Jesi)

Tris di vittorie per i giallorossi che espugnano il parquet marchigiano al termine di una sfida emozionante per tutto l’arco dell’incontro (87-91 il punteggio finale). Il play e l’ala risulteranno decisivi, insieme alle doppie cifre di Maresca e Young. Ancora una volta è determinante l’atteggiamento nel terzo quarto con un parziale a favore di 32-24. In classifica primo posto ritrovato insieme ad altre cinque squadre in vista del big match di domenica prossima con Biella.


In un Pala Triccoli vestito a festa per il big match dell’ottava giornata del campionato di DNA Gold si ritrovano di fronte due team esperti per la categoria come la Fileni BPA Jesi e la Sigma Barcellona. La partita inizia subito ad alti ritmi, apre le danze dalla lunga distanza il capocannoniere del campionato, il jesino Leemire Goldwire ma dall’altra parte capitan Maresca non sta a guardare in casa giallorossa e risponde prontamente dalla media distanza. Jesi tenta subito l’allungo con i canestri in serie di Rocca, Jukic e Goldwire, dopo tre minuti di gara il tabellone recita 13-2 per il primo vantaggio in doppia cifra della serata.
Coach Perdichizzi richiama i suoi in panchina e chiarisce le idee, al rientro Maresca, Young e Filloy suonano la carica cercando di accorciare il vantaggio. Trascorrono cinque minuti di gara e il parziale recita 17–9. Le due squadre commettono diversi errori nella seconda fase del primo quarto, Jesi si ferma offensivamente mentre Filloy riesce a portare a meno due la Sigma Barcellona e il primo periodo termina sul 17-15.

Andre Collins, autore a Jesi di 26 punti e 9 assist

Andre Collins, autore a Jesi di 26 punti e 9 assist

Nel secondo quarto Barcellona gioca contemporaneamente con due play, Collins e Pinton, la mossa dà i suoi frutti con i due registi che salgono in cattedra e, con otto punti complessivi, permettono a Barcellona di mettere la testa avanti. Ma Jesi, mai doma fino alla fine, con Santiangeli e Rocca si tiene a distanza ravvicinata, il parziale è combattuto come dimostra il 22–23. Un ripetitivo Jukic e un presente Borsato con 8 punti complessivi riescono ad annullare lo svantaggio e portarsi sul +5, registrando un parziale di 10-0 (31–26). Collins, raddoppiato per evitare le sue pericolose penetrazioni, trova un valido supporto in Filloy, questo sarà il ritornello di tutto il match. I due mantengono i giallorossi in partita, si va negli spogliatoi sul punteggio di 39–35.
Dopo venti minuti di gara la Fileni BPA Jesi ha mandato a canestro 6 dei suoi 10 atleti, tra le fila Jesine Goldwire è il top scorer con 11 punti. Per la Sigma Barcellona il fatturato è ben distribuito, i top scorer sono Filloy, Maresca e Pinton con 8 punti.

Demian Filloy cerca di rubare un pallone. A Jesi 31 punti con 7 triple

Demian Filloy cerca di rubare un pallone. A Jesi 31 punti con 7 triple

Si torna in campo per il terzo periodo che non comincia nel migliore dei modi per i giallorossi ai quali vengono attribuiti due falli tecnici (Maresca e Perdichizzi) nel giro di 20 secondi. Goldwire dalla lunetta realizza il 50 per cento, 2/4. Young e Filloy cercano di spingere il piede sull’acceleratore riavvicinandosi sul -1 (41–40) dopo due minuti scarsi di gara. Dall’altra parte del campo il “Totem” Maggioli prende coscienza e insacca due punti tenendo sempre sotto gli avversari.
Jesi pasticcia e i ragazzi dello “Sceriffo” Perdichizzi bombardano dalla lunga distanza (14/33 alla fine per un ottimo 42%) la difesa ospite riuscendo a mettere la testa avanti sul più quattro (45–49). Da questo momento il match viene caratterizzato da un continuo botta e risposta delle due squadre. Le due compagini alzano l’intensità dando vita a uno spettacolo dalla lunga distanza, dopo otto minuti di gara Barcellona aumenta il gap sul 59–65. Un periodo entusiasmante che termina sul 63–67 frutto di un contro break dei siciliani di 24-32.
L’ultimo e quarto periodo inizia con il volo in lunetta di Alex Young, il quale realizza un 2/2 e incrementa il vantaggio della propria squadra. Rocca, ultimo ad arrendersi in casa marchigiana, segna ripristinando il punteggio sul – 4. Il cronometro mette in evidenza quattro minuti trascorsi, quando Collins e Filloy prendono per mano i propri compagni portandoli sul +13, 66–79 massimo vantaggio Sigma della serata.
Il pivot Toppo dà spettacolo sotto canestro e costringe Maggioli a commettere il quinto fallo. Proprio in questo momento Jesi si fa sotto con Santiangeli che di prepotenza inchioda una schiacciata sul fondo che vale il 73–81.

Il capitano Giuliano Maresca in difesa (10 punti)

Il capitano Giuliano Maresca in difesa (10 punti)

Coach Perdichizzi convoca i suoi in panca, per qualche aggiustamento, ma Jesi prosegue per la sua strada accorciando ulteriormente lo svantaggio riportandosi ad un solo possesso di distacco (82–85) a un minuto e mezzo alla fine del match. Ma la maggiore esperienza dei siciliani e qualche errore dei padroni di casa fanno sì che il punteggio non cambi più. Barcellona porta a casa la terza vittoria di fila del suo campionato, altrettanto conquistate lontano dalle mura amiche dopo quelle ottenute a Casale Monferrato e Forlì. Il risultato finale è 87-91. La Sigma Barcellona centra una similitudine rispetto al passato torneo, infatti segna lo stesso numero di canestri, 91, che lo scorso anno gli consentirono di violare il PalaTriccoli. I due punti consentono al team del presidente Immacolato Bonina di ritornare in prima posizione, seppur in compagnia di altre cinque squadre, ovvero Brescia, Veroli, Torino, Trento e Biella. Domenica si ritorna al PalAlberti in uno scontro diretto proprio con l’Angelico di coach Corbani, una sfida dall’elevato coefficiente di difficoltà che può definitivamente lanciare le quotazioni di Young e compagni in chiave promozione.
“Complimenti a Jesi che ci ha creduto fino alla fine – ha dichiarato Coach Perdichizzi nel post-partita – “noi siamo stati bravi a rientrare in partita dopo il primo approccio soft, riuscendo ad allungare nel momento cruciale.” Il Coach ha poi concluso spendendo parole al miele per la prestazione di Demian Filloy: ”É un giocatore che bilancia molto il gioco dei compagni e sa quando prendere le sue responsabilità, è una persona d’oro che pensa solo a vincere le partite con la propria squadra“.

La carica della panchina della Sigma Barcellona

La carica della panchina della Sigma Barcellona

Fileni BPA Jesi – Sigma Barcellona 87-91
Parziali: 17-15, 39-35 (22-20), 63-67 (24-32), 87-91 (24-24)
Fileni BPA Jesi: Maggioli 9 (4/6, 0/2), Borsato 14 (1/2, 4/9), Fallucca, Jukic 11 (4/6, 1/2), Mason Rocca 14 (5/9), Goldwire 23 (4/10, 3/10), Gaspardo, Santiangeli 16 (2/5, 3/4) N.E.: Esposito, Bargnesi Allenatore: Coen
Note: Tiri Liberi: 14/19 – Rimbalzi: 38 25+13 (Maggioli 9) – Assist: 16 (Goldwire 5)
Sigma Barcellona: Young 10 (3/7, 0/4), Toppo 2 (1/2, 0/1), Maresca 10 (4/6, 0/3), Natali 3 (0/1, 1/2), Collins 26 (2/7, 4/8), Filloy 31 (1/2, 7/12), Pinton 8 (1/1, 2/3), Fantoni 1 N.E.: Dispenzeri, Iurato Allenatore: Perdichizzi
Note: Tiri Liberi: 25/28 – Rimbalzi: 33 23+10 (Toppo, Collins 7) – Assist: 13 (Collins 9)
Arbitri:Ursi, Fabiani e Maschio

Questo il video con le migliori azioni della sfida fra Fileni Jesi e Sigma Barcellona:

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com