La riammessa Pro Patria rischia di non iscriversi alla Lega Pro

Pro Patria

La Pro Patria, riammessa in Lega Pro insieme al Messina, dopo le recenti sentenze della giustizia sportiva, rischia di non iscriversi al torneo di terza serie. I bustocchi hanno preso il posto della Torres nel girone A, retrocessa in serie D per responsabilità diretta. Il proprietario della Pro Patria, Pietro Vavassori, come riporta Laprovinciapavese.it, non sembrerebbe però avere intenzione di adempiere entro il 10 settembre alle formalità burocratiche ed economiche previste per l’iscrizione del club tra i professionisti. “Giustizia è fatta, ma non iscriverò la squadra in Lega Pro. Fideiussione entro giovedì o sarà Terza categoria. Io ho chiuso, assurdo pagare per farmi insultare” aveva detto Vavassori nei giorni scorsi. Il problema è che non riesce a trovare interlocutori interessati a succedergli alla guida. E non si è fatto attendere un pepato comunicato della Torres: “Viste le difficoltà palesate dal presidente Vavassori, impegnato strenuamente in un ricorso contro la Torres per poterne prendere il posto in Lega Pro, spendendo tutte le sue risorse per pagare gli avvocati, il presidente Capitani comunica di essere disposto a fornire la fideiussione necessaria per l’iscrizione al campionato della Pro Patria, purché giochino a Sassari”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti