La messinese Jessica Miuccio al via del 1° Autoslalom “Cozzo Disi” Casteltermini

Jessica MiuccioJessica Miuccio su Renault Clio Rs (foto Manuel Marino)

È già record, a poche ore dall’accensione del fatidico semaforo verde, atto a sancire l’avvio del confronto con il cronometro, da parte dei piloti, per la vittoria assoluta e nelle rispettive categorie. Sono infatti 94 gli iscritti al 1° Autoslalom Miniera ‘Cozzo Disi’ Casteltermini, nell’Agrigentino, prova d’apertura per il 23° Challenge Palikè 2022, per la 1a Coppa Monti Sicani, nonché per il 1° Prix “Serena Casubolo”, previsto sabato 4 e domenica 5 giugno alle porte della cittadina a forte vocazione mineraria inserita nel Comprensorio della Valle dei Monti Sicani, centro di Sicilia.

Sgb Rallye

Jessica Miuccio e Alessandro Zullo (Sgb Rallye)

Si tratta del secondo slalom automobilistico con il maggior numero di adesioni in assoluto, finora, quest’anno. Diversi i nomi, tra gli specialisti siciliani, che possono ambire alla vittoria assoluta. Almeno tre di loro forse con più chance di altri. Pilota del momento è probabilmente il giovane mazarese “figlio d’arte” Totò Arresta, tornato nelle due ultime stagioni a competere ad altissimo livello nelle sfide motoristiche ospiti nella sua Sicilia. Il portacolori della Scuderia Armanno Corse Palermo è colui che ha vinto più gare quest’anno, ben tre sinora ed a Casteltermini proverà a calare il “poker” al volante della veloce monoposto Gloria B5 Evo Suzuki preparata dal Team del campione siciliano Slalom in carica Girolamo Ingardia.

A Casteltermini non mancherà neppure il “veterano” di tante battaglie, il trapanese (nato a Custonaci) Nicolò Incammisa, il quale proverà ad iscrivere per la prima volta il suo nome nell’albo d’oro della corsa sicana con la usuale (anche se non aggiornatissima) Radical SR4 Suzuki E2SC 1600 iscritta dalla Trapani Corse, di cui lo stesso Incammisa è presidente. “Outsider” di lusso sarà l’agrigentino (risiede a Sciacca) Salvatore Catanzaro, nome relativamente nuovo nel panorama isolano negli slalom, ma già capace di mettersi brillantemente in mostra, quest’anno, con la Gloria B5 Evo Suzuki schierata dalla Armanno Corse, con la quale è salito un paio di volte sul podio, in questo scorcio di stagione.

Slalom Castelbuono

Nicolò Incammisa su Radical SR4 Suzuki

Da tenere d’occhio anche le altre monoposto con alla guida gli altri trapanesi Vito Molinari (nativo di Partanna), su Formula Arcobaleno Suzuki del Team del Mago e Vito Grammatico, su Gloria B5 Suzuki della Trapani Corse, l’altro pilota di Sciacca Angelo Cucchiara (Formula Arcobaleno Yamaha, Trapani Corse), nonché il palermitano Vito Di Falco (Gloria B4 Yamaha, Misilmeri Racing). Attesi alla riprova, tra gli altri, i rallysti Ivan Brusca (Peugeot 106 Gti 16v, per la scuderia Ro Racing Cianciana), Nazareno Pellitteri (Renault Clio Rs Light), Gero Zucchetto (Peugeot 106 Gti 16v), il nisseno Calogero Lombardo ed il suterese Carmelo Mattina (entrambi su 106 Gti 16v di gruppo A), mentre tornerà in gara anche il giovane plurititolato mussomelese Jerry Mingoia, con la Renault Twingo GT, tra gli Under 23.

Debutto nel mondo delle corse per l’altro Under 23 Gabriele Caramazza agrigentino di Favara e “figlio d’arte” (il papà Francesco gestisce la BlueOrange Team). Unica rappresentante della “quota rosa” in gara sarà la veloce e bella messinese (vive a Santa Teresa Riva) Jessica Miuccio, con la Renault Clio RS, in N 2000. Le operazioni preliminari del 1° Autoslalom Miniera “Cozzo Disi” sono in programma sabato 4 giugno, al Centro accrediti allestito nei locali del Bar ‘Charme Longue’, in via Aldo Moro, dalle 14.30 alle 19.00, mentre quelle tecniche saranno ospiti nel piazzale antistante dalle 14.45 alle 19.30.

Totò Arresta

Totò Arresta su Gloria B5 Yamaha (foto Manuel Marino)

Motori accesi domenica 5 giugno, a partire dalle 9.00, con la direzione di gara affidata al calabrese (di Castrovillari) Massimo Minasi e la ricognizione ufficiale atta a precedere le due manche cronometrate ed a consentire ai piloti di prendere confidenza con il percorso. La premiazione si terrà nella suggestiva cornice di Piazza Duomo a Casteltermini, ad apertura del parco chiuso. Il tracciato, della lunghezza di 2,990 km, è ricavato lungo la strada provinciale numero 22, che collega la località “Cozzo Disi” alla cittadina agrigentina, non lontano dall’omonima antica solfara (tra le più grandi d’Europa ed ultima tra le miniere siciliane ad essere dismessa, nel 1988). Tra i protagonisti dello Challenge, a Casteltermini, il vincitore assoluto della serie 2021, il trapanese Emanuele Campo (Fiat 126, Drepanum Corse) e il nisseno Luigi Alesso (MG 105 ZR, Motor Team Nisseno).

Autori

+ posts