Grassadonia si presenta (VIDEO): “Al Messina manca solo l’autostima. Risaliremo con il lavoro”

Un primo piano di Gianluca Grassadonia nella sala stampa del San Filippo

Un primo piano di Gianluca Grassadonia nella sala stampa del San Filippo (foto Paolo Furrer)

E’ la sala stampa del San Filippo ad ospitare la presentazione ufficiale del nuovo tecnico del Messina Gianluca Grassadonia, che subentra al tecnico dell’ultima promozione Gaetano Catalano, sollevato dall’incarico all’indomani della netta sconfitta con la Vigor Lamezia.

A prendere per primo la parola, alle 12.30 circa, proprio il neo-allenatore, atteso dai giornalisti e da una rappresentanza del tifo organizzato. Il ritardo di trenta minuti sulla tabella di marcia originato dal protrarsi della prima seduta di allenamento al San Filippo.

“Sono contento ed onorato di essere a Messina, in una piazza ed una società importante. C’è tanto da lavorare ma ci sono i presupposti per fare bene. Ringrazio la proprietà per avere dato questa opportunità a me ed al mio staff” ha esordito così Grassadonia. “A questa squadra manca soltanto un po’ di autostima. Oltre all’aspetto tattico bisogna lavorare soprattutto dal punto di vista mentale. Ho a disposizione un gruppo di grande qualità, che ha mostrato subito grandissima disponibilità”.

In cinque al tavolo della sala stampa del San Filippo: da sinistra Ferrigno, Lo Monaco, Grassadonia, Criscuolo e Malafronte

In cinque al tavolo della sala stampa del San Filippo: da sinistra Ferrigno, Lo Monaco, Grassadonia, Criscuolo e Malafronte (foto Furrer)

Il nuovo allenatore ha chiarito cosa lo ha spinto ad accettare la chiamata giunta da Messina: “In passato ho avuto la fortuna di essere stato compagno di squadra di Fabrizio Ferrigno. Ho scelto un progetto importante e per questo sono rimasto fuori dal giro in estate, in attesa di una chiamata importante. Sono stato anche per breve tempo opinionista televisivo a Salerno. Stare a casa non è bello, mi piace girare per i campi anche da spettatore”. 

La trattativa si è allungata e conclusa soltanto dopo le garanzie ottenute sull’ingaggio dei suoi fidati collaboratori:Sarò affiancato da Vincenzo Criscuolo e Salvatore Malafronte e dai reduci della precedente gestione, Antonello Altamura e Vincenzo Di MuroA Pagani ho vissuto due anni importanti, ma adesso il passato non conta”.

Particolarmente duro il commento sulle condizioni del campo di allenamento di Santa Margherita, che ospita la squadra: “Mi ha fatto ribrezzo vedere dove si allena il Messina. Ritengo che una struttura di allenamento adeguata sarebbe assolutamente necessaria: servirebbe un terreno di ben altro livello ed anche gli attuali spogliatoi sono fatiscenti. Speriamo che tutto ciò possa migliorare”. 

Vincenzo Criscuolo, Gianluca Grassadonia e Salvatore Malafronte (foto Paolo Furrer)

Vincenzo Criscuolo, Gianluca Grassadonia e Salvatore Malafronte (foto Paolo Furrer)

Semplice la ricetta necessaria per conquistare una delle prime otto posizioni: “Ci servono tanto lavoro, compattezza ed il recupero di giocatori importanti. Non saranno i singoli a farci fare strada, ma il gruppo, che ho visto molto unito. Ho seguito dagli spalti del “Pinto” la squadra e mi è sembrata una formazione equilibrata, con grande potenzialità”. 

Grassadonia ha chiarito anche l’evolversi della trattativa: “Inizialmente avevo rifiutato la proposta perché avevo chiesto garanzie sull’assunzione del mio staff. Lavoro con loro da anni e quando la società mi ha accontentato ho deciso di prendere il primo volo il giorno dopo. Al di là dei moduli, preferisco un gioco offensivo. Cercherò nel tempo di trasmettere questa mentalità al gruppo”.

Con il direttore sportivo Fabrizio Ferrigno una chiosa dedicata al mercato: “Le ultime tre partite del girone di andata rappresenteranno una ghiotta chance per gli elementi che non sono riusciti a mettersi in luce fino in fondo. Poi valuteremo a gennaio se è il caso di intervenire ed in quali ruoli. Ma non dimentichiamo che questo gruppo ha dovuto fare i conti con tantissimi infortuni e contrattempi in questi primi tre mesi”.

“Tre anni fa è iniziata la mia collaborazione con Grassadonia. E’ un’occasione importante, che spero di sfruttare fino in fondo” ha spiegato il secondo Vincenzo Criscuolo. “Ho visto una squadra che ha voglia di lavorare e ha mostrato grande concentrazione. Cercherò di accontentare le richieste del mister” ha aggiunto il preparatore Salvatore Malafronte. “Sono al suo fianco dai tempi di Salerno. Nel calcio è fondamentale la tattica, anche più dell’aspetto atletico”.

Questa l’intervista video al nuovo allenatore del Messina Gianluca Grassadonia:

Commenta su Facebook

commenti