La Casertana batte il Foggia ed è terza. Tifoserie a contatto, lunga sospensione

CasertanaLa polizia in tenuta anti-sommossa a Caserta (foto Luigi Saporito)

La gara tra Casertana e Foggia è stata funestata nell’intervallo tra primo e secondo tempo da alcuni tafferugli tra le tifoserie, che sono sfociati nel ferimento di un tifoso campano, che fortunatamente non ha subito serie conseguenze secondo quanto riferito dai cronisti presenti al “Pinto”. Dal settore ospiti, nel corso del primi 45′, era stato lanciato un fumogeno in campo nei pressi della porta difesa dal portiere campano Venturi. L’arbitro ha interrotto il gioco per consentirne lo spegnimento. Dopo il lancio di altri fumogeni, alcuni sostenitori delle rispettive tifoserie sono venuti a contatto. Sui social circolano i video di un breve scontro, che ha originato appunto il ferimento di un tifoso prima dell’intervento delle forze dell’ordine.

Casertana

La polizia a bordo campo al “Pinto” (foto Luigi Saporito)

La polizia in tenuta anti-sommossa ha evitato ulteriori contatti e presidiato a lungo il rettangolo di gioco, assicurandosi anche la chiusura dei cancelli che i sostenitori locali avevano provato a forzare per invadere il campo. I tifosi del Foggia, dopo il lancio dei fumogeni a Taranto e il conseguente incendio del settore ospiti dello “Iacovone”, rimasto per settimane chiuso al pubblico, sono quindi al centro di un altro episodio che alimenterà polemiche e probabilmente provvedimenti degli organi competenti, che potrebbero comunque interessare anche la Casertana.

Nel primo tempo le due reti dei padroni di casa, con Montalto e Curcio. Per loro si tratta della settima vittoria nelle ultime otto gare, che vale anche il terzo posto, a -5 dalla Juve Stabia, fin qui battuta soltanto dalla stessa Casertana. Per via dei tafferugli, l’intervallo tra primo e secondo tempo si è protratto per circa un’ora. Poi la ripresa del gioco e il gol nel finale di Schenetti. Da segnalare l’espulsione nel recupero di Riccardi e il giallo al diffidato Carillo: entrambi salteranno la sfida con il Potenza, ma il calcio giocato sinceramente è passato soltanto in secondo piano.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva.it, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma per 6 anni. Nel 2022 è maestro in una scuola primaria a Siena, nel 2023 assistente amministrativo in un istituto secondario a Piacenza