La Betaland non si scuote e cade rovinosamente a Pistoia

Pistoia-Betaland

La Betaland Capo d’Orlando è sconfitta in casa della Giorgio Tesi Group Pistoia per 103-75. Con Nicevic e Jasaitis out, l’esordiente head coach Di Carlo manda in campo Ilievski, Perl, Stojanovic, Bowers e Oriakhi. Pistoia, dall’inizio del campionato in cima alla classifica, mostra da subito di cosa è capace davanti ai suoi tifosi e poi amministra per tutta la gara senza però mai togliere il piede dall’acceleratore. Capo d’Orlando era anche rientrata nel terzo quarto recuperando parzialmente lo svantaggio e arrivando a -8 dalla Giorgio Tesi Group, subisce l’ultimo strappo dagli avversari e cede definitivamente negli ultimi minuti.
La cronaca:
Primi due di serata per Bowers, poi break dei padroni di casa e al terzo è 9-2 con coach Di Carlo costretto a chiamare subito time-out. L’Orlandina subisce ancora la foga dei biancorossi, vanno a segno e Oriakhi e Bowers da sotto, Stojanovic in penetrazione appoggiandosi al ferro ed è 2-112 dopo 6’. Stojanovic va ancora a segno, stavolta da dietro l’arco, ma quando suona la prima sirena di fine quarto il parziale è 30-15.
Oriakhi corregge in tap in il layup di Laquintana in apertura di secondo quarto. Antonutti e Kirk realizzano da fuori, Tommaso Laquintana dà l’energia giusta e realizza due canestri in fila (19-36 al 13esimo). Altra tripla di Pistoia con Lombardi, l’Orlandina lotta: 2/2 di Metreveli ai liberi, Perl fino al ferro, Oriakhi dalla media e Laquintana in acrobazia tirano su la Betaland (27-38 al 15esimo). La risposta dei padroni di casa al break orlandino è veemente e al 18esimo è 29-49. Negli ultimi minuti del primo tempo con Bowers Capo d’Orlando piazza un altro break e chiude 39-51 alla pausa lunga.
Al rientro sul parquet realizza per Knowles per i padroni di casa, per i biancazzurri Oriakhi. Kirk continua il suo personale show dalla lunga distanza, Stojanovic e Perl con delle penetrazioni spezzano la difesa organizzata da coach Esposito (58-45 al 23esimo). Bowers in fade away, Ilievski si mette in proprio e ne fa cinque di fila, l’Orlandina è tornata sotto la doppia cifra di svantaggio (62-54 al 24esimo). Ilievski subisce fallo, l’arbitro non ravvede gli estremi per il fischio, coach Di Carlo chiede lumi e la terne gli infligge un fallo tecnico pesante. Ciò sortisce un break di 10-0 per i biancorossi e il PalaCarrara torna a sorridere. Kirk sullo scadere dei 24’’ risponde a Stojanovic dai 6.75 m (56-75 al 28esimo). Il terzo parziale si chiude 80-57. Negli ultimi dieci minuti i padroni di casa consolidano il vantaggio e chiudono definitivamente anzitempo la gara (57-90 al 33esimo). A 3’ minuti dalla fine (94-68) è da registrare l’esordio di Levan Babilodze che subentra a Nika Metreveli e negli ultimi scampoli di gara conquista un rimbalzo offensivo, subisce fallo e va a realizzare il suo primo punto in Serie A (101-69).

Filloy (Pistoia-Betaland)

Filloy (Pistoia-Betaland)

Giorgio Tesi Group Pistoia – Betaland Capo d’Orlando 103-75
Parziali: 30-15, 51-39, 80-57
Pistoia: Di Pizzo, Knowles 15, Galli, Mastellari, Antonutti 13, Lombardi 5, Filloy 8, Severini 4, Czyz 16, Blackshear 10, Moore 4, Kirk 28. All. Esposito.
Capo d’Orlando: Galipò, Stojanovic 13, Ihring, Basile, Ilievski 9, Laquintana 7, Perl 8, Babilodze 1, Munastra, Bowers 15, Metreveli 4, Oriakhi 18. All. Di Carlo.
Arbitri: Lanzarini, Weidmann, Morelli.

Commenta su Facebook

commenti