La Betaland non si scuote e cade rovinosamente a Pistoia

Pistoia-Betaland

La Betaland Capo d’Orlando è sconfitta in casa della Giorgio Tesi Group Pistoia per 103-75. Con Nicevic e Jasaitis out, l’esordiente head coach Di Carlo manda in campo Ilievski, Perl, Stojanovic, Bowers e Oriakhi. Pistoia, dall’inizio del campionato in cima alla classifica, mostra da subito di cosa è capace davanti ai suoi tifosi e poi amministra per tutta la gara senza però mai togliere il piede dall’acceleratore. Capo d’Orlando era anche rientrata nel terzo quarto recuperando parzialmente lo svantaggio e arrivando a -8 dalla Giorgio Tesi Group, subisce l’ultimo strappo dagli avversari e cede definitivamente negli ultimi minuti.
La cronaca:
Primi due di serata per Bowers, poi break dei padroni di casa e al terzo è 9-2 con coach Di Carlo costretto a chiamare subito time-out. L’Orlandina subisce ancora la foga dei biancorossi, vanno a segno e Oriakhi e Bowers da sotto, Stojanovic in penetrazione appoggiandosi al ferro ed è 2-112 dopo 6’. Stojanovic va ancora a segno, stavolta da dietro l’arco, ma quando suona la prima sirena di fine quarto il parziale è 30-15.
Oriakhi corregge in tap in il layup di Laquintana in apertura di secondo quarto. Antonutti e Kirk realizzano da fuori, Tommaso Laquintana dà l’energia giusta e realizza due canestri in fila (19-36 al 13esimo). Altra tripla di Pistoia con Lombardi, l’Orlandina lotta: 2/2 di Metreveli ai liberi, Perl fino al ferro, Oriakhi dalla media e Laquintana in acrobazia tirano su la Betaland (27-38 al 15esimo). La risposta dei padroni di casa al break orlandino è veemente e al 18esimo è 29-49. Negli ultimi minuti del primo tempo con Bowers Capo d’Orlando piazza un altro break e chiude 39-51 alla pausa lunga.
Al rientro sul parquet realizza per Knowles per i padroni di casa, per i biancazzurri Oriakhi. Kirk continua il suo personale show dalla lunga distanza, Stojanovic e Perl con delle penetrazioni spezzano la difesa organizzata da coach Esposito (58-45 al 23esimo). Bowers in fade away, Ilievski si mette in proprio e ne fa cinque di fila, l’Orlandina è tornata sotto la doppia cifra di svantaggio (62-54 al 24esimo). Ilievski subisce fallo, l’arbitro non ravvede gli estremi per il fischio, coach Di Carlo chiede lumi e la terne gli infligge un fallo tecnico pesante. Ciò sortisce un break di 10-0 per i biancorossi e il PalaCarrara torna a sorridere. Kirk sullo scadere dei 24’’ risponde a Stojanovic dai 6.75 m (56-75 al 28esimo). Il terzo parziale si chiude 80-57. Negli ultimi dieci minuti i padroni di casa consolidano il vantaggio e chiudono definitivamente anzitempo la gara (57-90 al 33esimo). A 3’ minuti dalla fine (94-68) è da registrare l’esordio di Levan Babilodze che subentra a Nika Metreveli e negli ultimi scampoli di gara conquista un rimbalzo offensivo, subisce fallo e va a realizzare il suo primo punto in Serie A (101-69).

Filloy (Pistoia-Betaland)

Filloy (Pistoia-Betaland)

Giorgio Tesi Group Pistoia – Betaland Capo d’Orlando 103-75
Parziali: 30-15, 51-39, 80-57
Pistoia: Di Pizzo, Knowles 15, Galli, Mastellari, Antonutti 13, Lombardi 5, Filloy 8, Severini 4, Czyz 16, Blackshear 10, Moore 4, Kirk 28. All. Esposito.
Capo d’Orlando: Galipò, Stojanovic 13, Ihring, Basile, Ilievski 9, Laquintana 7, Perl 8, Babilodze 1, Munastra, Bowers 15, Metreveli 4, Oriakhi 18. All. Di Carlo.
Arbitri: Lanzarini, Weidmann, Morelli.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma