La Betaland cede di misura all’Enel Brindisi e chiude al 4° posto il Torneo Irtet

Betaland CdO

La Betaland Capo d’Orlando chiude quarta il Trofeo Irtet uscendo sconfitta nella finale 3°-4° posto ad opera dell’Enel Brindisi di coach Meo Sacchetti per 71-68. Priva di Perl e anche di Stojanovic, con due esterni in meno in rotazione, la Betaland tiene testa alla compagine pugliese fino alla fine del match e cede solo nell’ultima manciata di secondi.

CRONACA
Coach Gennaro Di Carlo deve fare a meno anche di Vojislav Stojanovic, tenuto precauzionalmente a riposo per via di una leggera distorsione alla caviglia destra rimediata durante l’incontro di ieri sera con la Juve Caserta. Lo starting five schierato dal tecnico casertano è dunque: Fitipaldo, Diener, Berzins, Archie, Iannuzzi. I pugliesi partono subito forte e riescono grazie prevalentemente a soluzioni perimetrali ad allungare un pò sui biancazzurri (17-10 al sesto). Meglio dentro che fuori per la Betaland che con Iannuzzi trova canestri e punti (9), mentre dall’arco è 0/9 nei primi 10′.

Riscaldamento Betaland

Riscaldamento Betaland

Il primo quarto termina così 25-18 per Brindisi. Al 16esimo però i paladini mettono la testa avanti (29-30) costruendo il parziale a favore con una serie di grandi azioni difensive. La partita è ora in equilibrio, torna avanti Brindisi poco prima dell’intervallo (36-33). Berzins (10) e Iannuzzi (11) già in doppia cifra, 5 per Fitipaldo e Archie, e alla seconda sirena è 41-41. Al rientro sul parquet realizzano per Capo d’Orlando ancora Iannuzzi e Diener dall’arco, i pugliesi però spingono e si portano avanti 54-47 al 25esimo. Il terzo quarto si chiude 60-55 per Brindisi, ma in avvio dell’ultima frazione con un parziale di 0-6 (Stocks 3, Iannuzzi 2 e Fitipaldo con il libero in lunetta dopo il tecnico fischiato ad Agbelese) si porta nuovamente avanti per 60-61. La squadra di Meo Sacchetti però è più fresca nel finale e reagisce veemente (69-63 al 37esimo). La Betaland lotta fino alla fine ma il match si chiude 71-68 per Brindisi.
La Betaland tornerà adesso in campo giovedì 22 settembre 2016 nella sfida contro la Pallacanestro Openjobmetis Varese in scena al Palazzetto dello Sport di Masnago. I biancorossi di coach Moretti, a pochi giorni di distanza dal debutto nei Qualification Round della neonata FIBA Basketball Champions League, giocheranno contro la squadra di coach Di Carlo con palla a due alle ore 20.30. Ma quella di giovedì non sarà una semplice amichevole. La partita contro l’Orlandina sarà infatti l’occasione per ricordare Rolando Howell, centro classe 1982, tragicamente scomparso ad inizio giugno in seguito alle complicazioni di una caduta in cui si era rotto la vertebra c5. Rolando, generoso e simpatico sia dentro sia fuori dal campo, nella sua esperienza italiana ha vestito dapprima la maglia di Varese dal 2005 al 2007 e poi quella dell’Orlandina dal 2007 al 2009. Giocatore atletico ed esplosivo, Rolando ha infiammato il pubblico di Masnago e poi quello di Capo d’Orlando grazie alle sue giocate spettacolari entrando nel cuori degli appassionati varesini e siciliani. Sarà una serata speciale ricordando un giocatore amatissimo da tutti.

Betaland-Brindisi

Betaland-Brindisi

Betaland Capo d’Orlando-Enel Brindisi 68-71
Parziali: 18-25; 41-41; 55-60
Betaland Capo d’Orlando: Laquintana 2, Iannuzzi 18, Berzins 16, Archie 5, Diener 7, Stocks 9, Fitipaldo 8, Nicevic 3, Galipò, All. Gennaro Di Carlo.
Enel Brindisi: Agbalese 18, Scott 2, Carter 10, English 16, Fiusco, Cardillo 3, Moore 10, M’Baye 10, Sgobba 2, Spanghero. All. Meo Sacchetti.

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva