Kendo, il campione europeo Giannetto ai World Combat Games

kendoIl messinese Giuseppe Giannetto punta a nuovi traguardi. Il campione di kendo, che nello scorso aprile ha conquistato il titolo europeo a Berlino, piegando in finale il francese Nakabayashi (quasi una riedizione, per sede e avversario, del Mondiale di calcio vinto dall’Italia nel 2006), è atteso dai World Combat Games. A San Pietroburgo in Russia, dal 18 al 26 ottobre, andrà in scena una vera e propria Olimpiade degli sport di combattimento che nel 2009 a Pechino visse il suo primo atto. Oltre al kendo anche aikido, boxing, judo, ju-jitsu, karate, kickboxing, fencing, muay thai, sambo, savate, sumo, taekwondo, wrestling e wushu le specialità dell’evento promosso da SportAccord. Nella disciplina di Giannetto, tesserato per la Kendo Messina F.C. del presidente Franco Costa, saranno altri quindici gli atleti in gara provenienti da tutto il mondo.

Queste le sensazioni dell’azzurro prima della partenza per l’importante appuntamento: “Ho discrete prospettive dopo aver fatto bene al Trofeo Città di Alessandria, un evento di prestigio a livello europeo con circa 200 atleti in gara. Sono soddisfatto essendomi classificato al secondo posto individuale, cedendo in finale ad un coreano, e al terzo nella prova di squadra, piazzatasi comunque prima tra le europee”.

Giuseppe Giannetto nel giorno del titolo europeo

Giuseppe Giannetto nel giorno del titolo europeo

Il titolo europeo conquistato a Berlino è stata la svolta della sua carriera: “Anni di sacrifici e di allenamenti sono stati gratificati con un titolo oggettivamente inaspettato. Il primo giorno la gara a squadre non era andata nel migliore dei modi, ma grazie alla mia caparbietà sono riuscito ad avere la meglio nella finale individuale, pur partendo ampiamente sfavorito”. Giannetto fa parte delle “Stelle dello Stretto” insieme, tra gli altri, a Silva Bosurgi e Massimo Giacoppo. Un ruolo che definisce allo stesso tempo “un motivo di soddisfazione, ma anche una responsabilità”.

Ideatore dell’iniziativa, finalizzata a valorizzare gli atleti messinesi degli sport considerati impropriamente minori, è l’ex campione mondiale di karate Gabriele Martelli, il quale svela le prossime iniziative: “E’ giusto che gli sportivi messinesi che tante volte hanno portato alto il nome di Messina in Europa e nel mondo vengano messi in luce e valorizzati e che, attraverso il loro contributo e il loro esempio, si diffondano la cultura e la passione per lo sport. Per “Io nuoto per Messina”, manifestazione nella quale avremo anche dei bambini autistici, a giorni saranno definite data e location. L’appello ai genitori è di portare i figli diversamente abili che vogliono praticare sport presso Stelle dello Sport, perché c’è una realtà vicina alle loro necessità”.

 

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com