Ipotesi Laneri ds: “Bisogna programmare”. Angelo Alessandro curerà il vivaio

Antonello Laneri in panchinaAntonello Laneri in panchina

Con Pasquale Leonardo in pole per la poltrona di dg, spunta invece l’ipotesi di un “nome di grido”, quello di Antonello Laneri, per il ruolo di direttore sportivo del Messina. Il tempo delle scelte è arrivato dopo i contatti con i vari Tambone, Amodio, Obbedio e Crisano. Ed emerge che i primi contatti tra l’ex dirigente del Siracusa e la nuova proprietà risalgono addirittura ad inizio mese, quando ancora il club non era stato rilevato dalle mani di Pietro Lo Monaco.

L'ex ds dell'Akragas Antonello Laneri

L’ex ds dell’Akragas Antonello Laneri

Il diretto interessato è reduce dalla cavalcata che ha condotto l’Akragas tra i professionisti: “Con il presidente Natale Stracuzzi vi sono stati vari contatti, ma adesso non so cosa accadrà dopo il mancato ripescaggio. Loro dovranno iniziare a muoversi per la D. Io attendo sviluppi da Messina, anche se ho altre offerte sul tavolo”.  

Dopo il salto di categoria i rapporti con i biancazzurri si sono interrotti bruscamente: “L’anno scorso ho accettato una serie D solo perché ad Agrigento vi era una realtà solida. Poi in estate è cambiata proprietà e hanno optato per un altro allenatore. Ho preferito andarmene anche perché mi piace programmare e lì hanno cambiato di colpo strategia…”.

Nell’ampio curriculum di Laneri spiccano anche le esperienze di Benevento e Milazzo. Quello in riva allo Stretto sarebbe un ritorno: “Ho sempre lavorato con budget importanti ma serve ancora di più una progettualità. A Messina sono già stato al fianco di Nicola Salerno e Ciccio La Rosa. La nostra avventura si concluse quando la famiglia Franza rilevò la gestione del club”.

Per Angelo Alessandro esperienze anche ad Arezzo e nel Fondi oltre che in riva allo Stretto

Per Angelo Alessandro esperienze anche ad Arezzo e nel Fondi oltre che in riva allo Stretto

Il dg ed il ds saranno affiancati anche da un nuovo responsabile del settore giovanile. Angelo Alessandro è infatti in pole per subentrare a Roberto Buttò. L’ex dirigente del Camaro, fratello del team manager Francesco, ha già “traghettato” al San Filippo i giovani Davide Narduzzo, portiere classe 1994, scuola Milan con una parentesi a Teramo, e Filippo Perfetto, attaccante del ’96 che ha esordito in C a Pordenone. I due calciatori sono gestiti dalla “Linea Sports Management” del messinese Carmelo D’Anzi, che ha sede a Londra.

Alessandro conferma i contatti tra il club e la realtà inglese: “È stato avviato un rapporto di collaborazione tra l’ACR e questa società. Narduzzo e Perfetto sono stati messi a disposizione del tecnico Arturo Di Napoli e del suo staff, che li stanno valutando in vista di un’eventuale tesseramento. Io mi occupo di scouting per la “Linea Sports” e sono amico d’infanzia di Carmelo, per cui ho fatto volentieri da tramite tra le parti. Dopo questo primo approccio sono in programma degli incontri per sviluppare ulteriormente la partnership. Con Stracuzzi abbiamo parlato invece di un eventuale incarico e ho confermato la mia disponibilità”. Si attendono insomma soltanto le scelte definitive e le ufficializzazioni da parte della proprietà.

Commenta su Facebook

commenti