Infantino: “Petrilli si è già presentato. Grande reazione, ma complimenti al Città”

Pietro InfantinoIl tecnico dell'ACR Messina Pietro Infantino (foto Nino La Macchia)

Seconda vittoria in altrettante uscite ufficiali per l’ACR Messina, premiato al di là dei propri meriti dal timbro di Petrilli. “Lo abbiamo preso per questo, sappiamo che giocatore è”, ha esordito il tecnico Pietro Infantino. “Sono contento di tutti, perché hanno avuto una grande reazione. Devo fare i complimenti al Città di Messina e a mister Furnari, perché abbiamo affrontato una squadra ben organizzata, avanti a noi dal punto di vista tecnico e tattico. Ci hanno messo in difficoltà nel primo tempo, pressando alto e non consentendoci di fare il nostro gioco. Poi abbiamo disputato una grandissima ripresa”.

Cossentino

Cossentino guida la difesa dell’ACR Messina (foto Nino La Macchia)

L’ex tecnico dell’Acireale ha sottolineato a lungo la reazione dei suoi: “Nell’intervallo ho detto delle cose negli spogliatoi e mi hanno risposto alla grande. Abbiamo prodotto tantissimo gioco, con i trequartisti soprattutto, ritrovando la velocità e gli esterni. È stato un banco di prova importante, siamo contenti della vittoria. Ci sono segnali di crescita. Continuiamo sulla nostra strada, anche se c’è tantissimo da fare”.

Infantino ritiene che l’espulsione di Galesio non sia stata decisiva: “La partita era già incanalata in un certo modo. Gambino ha avuto due o tre palle gol nette e poteva segnare anche Bossa. Avevamo avuto molto possesso palla. Loro hanno tentato di metterci in difficoltà con delle rimesse laterali lunghe in area, che hanno originato qualche mischia. Faranno un grande campionato, se mantengono questa compattezza di squadra”.

Curva Sud

Consueto calore e colori in Curva Sud (foto Nino La Macchia)

Il tecnico agrigentino considera decisivo hanno il supporto del pubblico, nel giorno della riapertura del “Franco Scoglio”: “Nel momento di difficoltà la squadra è stata sostenuta e sospinta. Hanno preteso il massimo dai nostri giocatori, come un dodicesimo uomo in campo. I tifosi del Messina d’altronde li conosciamo. Le vittorie portano ottimismo e voglia di lavorare. La positività non ci deve rendere presuntuosi ma fa lavorare meglio”. 

E per l’esordio in campionato, Infantino si attende un altro ACR: “A livello fisico cambierà tanto contro il Bari, ci arriveremo diversamente. In settimana abbiamo fatto un certo tipo di lavoro e anche se tenevamo alla Coppa il nostro programma era finalizzato al 16 settembre. Ad alcuni manca ancora brillantezza. Questa settimana lavoreremo sulla rapidità. Dobbiamo avere una condizione fisica ottimale, al di là dell’avversario. È importante perché è la prima di campionato, per iniziare bene il nostro  percorso”.

Commenta su Facebook

commenti