Il Sant’Agata è salvo! Il nuovo presidente è l’imprenditore argentino Sosa

Sant'AgataIl Sant'Agata celebra una rete (foto Calogero Librizzi)

Dopo una riunione fiume di quasi dieci ore la fumata è bianca. Il Città di Sant’Agata si iscriverà al prossimo campionato di serie D, il quinto consecutivo per i biancazzurri. Definito infatti il passaggio della gestione dall’attuale gruppo dirigente al nuovo presidente Maximiliano Sosa, 46enne imprenditore argentino, attivo nel settore delle telecomunicazioni e nello scouting dei calciatori con la Mg Sport. Ex calciatore, originario di La Plata, in provincia di Buenos Aires, ebbe un’esperienza anche in Italia, a Trapani, nel 1999-2000.

Sant'Agata

Il Sant’Agata in proiezione offensiva (foto Andrea Rosito)

Mercoledì 19 giugno alle ore 17, presso il Castello Gallego, la nuova proprietà sarà presentata alla città unitamente ai programmi per la stagione sportiva 2024/2025. Saranno presenti il sindaco Bruno Mancuso, il direttore generale uscente Gianluca Amata e il nuovo presidente Maximiliano Sosa. L’interlocuzione tra le parti andava avanti, sotto traccia, da settimane. “In questo mese abbiamo sentito in tanti e definito la trattativa con chi ha mostrato idee, progetti e serietà. Sosa è atterrato domenica sera a Catania e dopo un lungo faccia a faccia abbiamo accolto favorevolmente la sua proposta”, spiega Amata.

La proprietà uscente ha posto come condizione che la squadra mantenesse l’attuale denominazione e restasse operativa a Sant’Agata. Secondo quanto è emerso gli sponsor locali già presenti nella passata stagione confermeranno il loro impegno a supporto della nuova dirigenza. Sosa, che aveva ancora visionato alcune partite dell’ultimo torneo, ha incontrato il sindaco per chiedere garanzie sulle strutture. Confermata la gestione dello stadio a canone agevolato per i prossimi nove anni. L’imprenditore argentino dovrà riorganizzare l’area tenica dopo l’addio del direttore sportivo Ettore Meli, già accasatosi all’Acireale.

Autori

Direttore di MessinaSportiva.it, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma per 6 anni. Nel 2022 è maestro in una scuola primaria a Siena, dal 2023 assistente amministrativo in istituti secondari e licei a Piacenza