Il San Gabriele Messina piega l’Aquila Nebrodi e prende quota in classifica

La palla a due del San Gabriele Messina
La palla a due del San Gabriele Messina

La palla a due del San Gabriele Messina

Torna alla vittoria il San Gabriele Messina, che dopo lo stop esterno, non senza poche polemiche in quel di San Filippo del Mela, si rialza nella terza giornata del campionato di Promozione avendo la meglio su di un’ostica Cestistica Torrenovese con il punteggio di 66 a 55.
La cronaca: il primo quarto scorre sui binari dell’equilibrio con il San Gabriele che parte forte, ma il pressing ospite riesce nel suo intento dimezzando il gap e chiudendo il primo quarto in vantaggio. Il secondo quarto è tutto di marca locale, i ragazzi bianco verdi riescono a uscire bene dal pressing e segnare in contropiede.  All’intervallo lungo il punteggio recita un più otto per i padroni di casa (punteggio di 32-24).
All’uscita dagli spogliatoi la Cestistica Torrenova tenta di riportarsi sotto, cercando di limitare i giocatori più prolifici di casa ricorrendo ad una zona box and one, che però non ha avuto gli effetti sperati. Il San Gabriele, con Soraci prima e Alessandro Pati dopo riesce ad allungare ancora il divario, che a fine terzo quarto è di 14 lunghezze.

Azione difensiva del San Gabriele Messina

Azione difensiva del San Gabriele Messina

L’ultimo quarto è un vero botta e risposta tra le due squadre, con gli ospiti che con le triple cercano d’accorciare, ma i locali gestiscono bene e raggiungono con merito la seconda vittoria stagionale. A fine partita i due allenatori commentano la sfida, il primo è coach Pati: “L’approccio alla partita è stato negativo, non abbiamo sviluppato i nostri giochi d’attacco e ci siamo fatti sorprendere dal loro pressing, nel secondo quarto, siamo riusciti ad arginare il loro pressing mettendo il risultato in sicurezza. Gli ultimi due quarti abbiamo gestito solamente. Non abbiamo disputato una buona partita eravamo troppo contratti e nervosi, dobbiamo essere tranquilli e sviluppare con ordine i nostri giochi”.

344Tra le fila dell’Aquila Nebrodi ha analizzato la gara disputata al PalaRussello il tecnico Bacilleri: “Credo che la partita sia stata molto condizionata dal secondo arbitro, troppo giovane e senza la necessaria esperienza per dirigere una qualsiasi partita di Promozione, per quanto riguarda il resto sono stati più bravi gli avversari, ad interpretare al meglio, sia il gioco, sia le contestazioni. La mia squadra, fin quando ha retto mentalmente le sviste, è rimasta in partita, dopo, eccezion fatta per qualcuno, è completamente andata fuori fase. Dobbiamo migliorare, ma il potenziale c’é e sono convinto che già da sabato prosismo in casa dimostreranno il nostro reale valore”.
Il prossimo impegno per il San Gabriele è in programma sabato 21 dicembre sul difficilissimo e ancora imbattuto campo della Maurilio Milone Capo d’Orlando con l’obiettivo di cercare di ottenere la prima vittoria esterna in questo campionato.

Il tecnico Pati (San Gabriele) protesta con gli arbitri

Il tecnico Pati (San Gabriele) protesta con gli arbitri

San Gabriele Messina-Cestistica Torrenova 66-55
Parziali: 11-14; 21-10; 16-10; 18-21
San Gabriele: Ponzù Donato 9, Pati A. 11, Malluzzo 3, Cannata 19, Pati S. 1, Marzo, Gulletta, Bellinghieri 3, La Torre, Soraci 12, Bonasera 2, Meo 6. All. Pati F. Vice all. Pasto D.
Aquila Nebrodi: Ballato 6, Blanca 1, Cirilla 3, Brunello 3, Sindoni 15, Machì 10, Casella 2, Valente 12, Caruso, Spina 2, Ferruccio, Timpanaro 1. All. Bacilleri D. Vice all. La Vecchia.
Arbitri: Sciliberto e Catalioto.
Falli: 23-31
Spettatori: 100 circa.

Commenta su Facebook

commenti