Il RoccAcquedolcese non si ferma più: a Mazzarrone decide il solito Genovese

RoccAcquedolceseL'undici della RoccAcquedolcese

Il RoccAcquedolcese si conferma la rivelazione d’inizio stagione, dando seguito agli ottimi risultati arrivati in Coppa (eliminata la quotata Nebros) e in campionato (il secondo successo vale la vetta della classifica). Sul campo del Mazzarrone una partita piacevole e molto corretta, che dimostra la bontà delle scelte delle due società. Il RoccAcquedolcese, senza Carroccio infortunato (sarà pronto dopo la sosta), Pruiti squalificato e Tonino Longo ai saluti. a causa di motivi di lavoro che non gli avrebbero più consentito di allenarsi regolarmente con i compagni, si presenta con una formazione a trazione anteriore con in campo contemporaneamente Peppe Mazouf, Cangemi, Antony e Paolo Genovese, con il chiaro intento di provare a portare a casa i tre punti.

RoccAcquedolcese

Il RoccAcquedolcese ha prelevato Giovanni Zingale dal Resuttana San Lorenzo

Il primo tempo si gioca ad alta velocità, ma si chiude a reti inviolate grazie a una grande parata del giovane portiere ospite Clemente (classe 2005), che devia sulla traversa un calcio di punizione di Puglisi e a due interventi provvidenziali di Fagone su conclusioni a botta sicura di Cangemi e Paolo Genovese. La ripresa si apre con l’azione che decide la partita. Antony Genovese si invola sulla sinistra, entra in area di rigore, salta netto in velocità il diretto avversario, che lo stende con il più classico dei falli da rigore. Sul dischetto si presenta Paolo Genovese, che spiazza Fagone e porta in vantaggio i ragazzi di mister Palmeri. I locali provano subito a tornare in partita cercando di chiudere gli avversari nella propria area di rigore, ma un’attenta retroguardia composta dagli impeccabili AgolliCaracòMazoufZingales, con l’aiuto dei due centrali di centrocampo Chipichino e Scolaro, non si fa mai sorprendere.

RoccAcquedolcese

Tonino Longo lascia subito il RoccAcquedolcese

Da segnalare due ottime parate e tante efficaci uscite di Clemente e tre palle gol nitide per i bianco-verde-azzurri, due di Paolo Genovese con rispettive belle parate di Fagone e una di Peppe Mazouf che da pochi metri, un po’ defilato sulla destra, calcia alto sulla traversa. Risultato sostanzialmente giusto (anche se avrebbe potuto starci anche un pareggio), per una squadra coraggiosa che se l’è giocata a viso aperto, grazie a un allenatore che sa sempre cosa fare e una preparazione atletica invidiabile. Tre punti importanti che peseranno più avanti, quando arriveranno i momenti difficili. Da segnalare l’arrivo in settimana dell’esterno sinistro Giovanni Zingale (classe 2003), proveniente dal Resuttana, dove aveva svolto tutta la preparazione precampionato e il buon esordio nei concitati minuti finali di Manuel Merlino. Prossimo impegno il 28 settembre per l’andata degli ottavi di finale di Coppa Italia contro l’Igea. Gara prevista al comunale di S. Agata, in contemporanea con la partita di serie D, che quindi imporrà uno spostamento.

Autori

+ posts