Il presidente Figc Morgana risponde a De Domenico: “Ammetto criticità con gli arbitri”

Il presidente regionale della Federcalcio Sandro Morgana

 

Il presidente regionale della Figc Sandro Morgana

Il presidente regionale della Figc Sandro Morgana

Non più tardi di lunedì scorso il presidente del Riviera Massimo De Domenico aveva scritto al presidente regionale Figc Sandro Morgana attaccando senza mezzi termini la classe arbitrale, e preannunciando la propria intenzione di passare la mano al termine della stagione. Oggi – 7 marzo 2014 –è pervenuta la replica del numero uno del calcio siciliano al massimo dirigente rivierasco, inoltrata agli organi d’informazione.

Dopo aver premesso di non poter esprimere alcuna opinione, alla luce della propria carica, Morgana dice che alle tre componenti cui aveva fatto riferimento De Domenico nella precedente missiva (le due squadre e la terna arbitrale, ndr), ne va aggiunta un’altra: la fortuna. “Potrebbe essere che il direttore di gara sia inciampato in una giornata sfortunata (il riferimento è forse a chi ha diretto il match perso dal Riviera in casa della Mamertina, ndr) o potrebbe essere ancora che la stagione sportiva non risulti particolarmente fortunata”.

Entrando specificamente nel discorso arbitrale, Morgana ammette come le terne arbitrali siano nell’occhio del ciclone e talvolta pecchino anche sul piano dei rapporti con le squadre : “Non nego che da più parti viene rappresentata una criticità nel rapporto con i direttori di gara. Senza entrare nel merito delle questioni squisitamente tecniche, rispetto alle quali a tutti viene sempre raccomandata la massima comprensione e collaborazione, dal momento “errare humanum est”, non si può non esprimere dissenso per quegli atteggiamenti che, sotto il profilo comportamentale, depongono negativamente per la nostra organizzazione. Rimane scontato – mette ancora in chiaro Morgana – che quanto sopra prescinde in ogni caso dagli episodi di violenza rispetto ai quali il Comitato e il sottoscritto manterranno alto il livello di attenzione ed ai violenti non verrà mai concesso quartiere”.

In conclusione il numero uno della Figc, evidenziando il proprio dispiacere per l’intenzione di De Domenico di passare la mano, auspica vivamente un ripensamento del presidente rivierasco “La direttrice di guida – si chiude così la missiva di Morgana – rimarrà quella della presenza nella nostra Organizzazione, condividendone i principi valoriali che stanno alla base”.

Il presidente del Riviera, Massimo De Domenico (scatto di R.S.)

Il presidente del Riviera, Massimo De Domenico (scatto di R.S.)

Il presidente del Riviera appare molto soddisfatto per la lettera di Morgana: “Condivido in pieno quanto il presidente ha dichiarato, a cominciare dall’appello alla non violenza affinché trionfino sempre i valori dello sport. Di fatto ha detto che non sono il solo a lamentarmi della classe arbitrale. Mi permetto, a tal proposito, di dargli un suggerimento: si faccia promotore di un incontro tra Lega,  Arbitri e Società per far capire bene quali sono i problemi”

Basterà l’apertura di Morgana a farla recedere dall’intenzione di passare la mano?

“Ancora é presto – taglia corto De Domenico – dalle parole bisogna passare ai fatti…..”.

 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com