Il Messina Volley vince il derby con il Cus Unime Akademia (3-1) ed è terzo

Messina VolleyLe ragazze del Messina Volley esultano a fine gara

Il Messina Volley si aggiudica il derby con il Cus Unime della quarta giornata del campionato di Serie C femminile Fipav per 3-1. Nella palestra del “PalaRescifina”, gremita in ogni ordine di posto, le ragazze allenate da mister Danilo Cacopardo riscattano la sconfitta subita la scorsa settimana in terra etnea contro la Cyclopis e si rilanciano in classifica al terzo posto con 8 punti. Le padrone di casa vanno avanti di due set, concedono il terzo alle avversarie, ma ritornano compatte nel quarto per conquistare 3 punti preziosi in chiave classifica.

Messina Volley

Mister Danilo Cacopardo

Primo set che comincia in equilibrio fino allo strappo giallo-blu (+3; 6-3) caratterizzato da quattro acuti consecutivi della centrale Giulia Spadaro. Le ospiti accusano il colpo e l’altra centrale, del team diretto da Mario Rizzo, Sara Arena piazza il +5 (11-6). Mister Laganà chiama time-out, che però non sortisce gli effetti sperati visto che il Messina Volley sigla un break di ben 7 punti (+12; 18-6) con due ace di capitan Francesca Cannizzaro, la palla a terra di Giovanna Biancuzzo e il pallonetto di Michela Laganà. Un punto dalla battuta di quest’ultima marca il +14 (23-9) con coach Laganà a chiamare la seconda pausa. Al rientro De Francesco accorcia (-13; 23-10), ma il Messina Volley chiude il parziale (25-10) a proprio favore. Secondo che parte con le ospiti a testa bassa (+3; 0-3) grazie a due acuti di Migale. Il Messina Volley si ricompatta e tre ace di Arena ribaltano la situazione (+1; 4-3). Le padrone di casa dilagano e siglano il +4 (9-4) con Spadaro.

Mister Laganà chiama la pausa e due punti di De Francesco accorciano a -1 (9-8). G. Biancuzzo e Gìulia Mondello danno il +6 (16-10) alle locali e si viaggia con questo elastico fino al -4 (23-19) siglato da Migale. Cannizzaro realizza il set-point (24-19) con l’allenatore ospite a chiamare time-out. Al rientro il pallonetto di Arena chiude il set a favore delle giallo-blu (25-19). Il parziale successivo vede le ospiti avanti di quattro lunghezze (1-5) grazie a due spunti di Migale. Mondello accorcia (-2; 4-6), ma il pallonetto di Maisano riporta le ospiti a +3 (4-7). Il pallonetto di G. Biancuzzo strova il -1 (10-11) con le due compagini ad andare avanti per il resto del set in un elastico di uno-due punti di distanza. Sul +3 ospite (18-21) mister Cacopardo chiama time-out ed al rientro il Messina Volley si porta a -1 (20-21) con il muro di Arena. Laganà chiama a sua volta la pausa e due punti di Migale dettano il 23-20 per le cussine.

Messina Volley

Il capitano giallo-blu Francesca Cannizzaro

E’ di nuovo Cacopardo a chiedere time-out, ma al rientro Zingales e due volte De Francesco chiudono il parziale a favore delle ospiti (21-25) che accorciano le distanze in termini di set (2-1). Il quarto set parte il equilibrio fino al punto di Cannizzaro che piazza il +2 (6-4) per le padrone di casa. Il Cus pareggia e si viaggia punto a punto fino al break del Messina Volley che gli consente di ottenere il +4 (11-7) con G. Biancuzzo, il pallonetto di Arena, il muro di Laganà e l’ace in zona di conflitto di capitan Cannizzaro. Coach Laganà chiama la pausa, ma due punti di G. Biancuzzo aumentano il solco fra le due squadre (+6; 13-7). Il Cus reagisce e torna a -4 (14-10) e il set scivola più o meno con questo gap fino al punto di Arena a sancire il +5 (22-17). Il mister ospite chiede la sua seconda pausa con il punto di Migale a ridurre lo svantaggio ospite (-4; 22-18).

Ancora Arena con due punti scrive il +6 (24-18) con Migale ad annullare il primo match-point (24-19). La schiacciata di Mondello chiude la partita (25-19) a favore del Messina Volley. “Secondo me abbiamo fatto bene i primi due set – commenta mister Cacopardo a fine partita – ed abbiamo fatto un miglioramento rispetto alle partite di Catania e Giarre dal punto di vista della continuità. Purtroppo questo non un problema che si può risolvere nell’arco di due partite, ma nella progressione degli allenamenti.

Sara Arena

Noi attualmente riusciamo a mantenere la concentrazione di gioco per una parte limitata della partita. Questa sera, dopo due set, siamo usciti dalla partita e fortunatamente siamo rimasti aggrappati al match. Poi il quarto set siamo stati bravi e secondo me la prova è molto positiva, però questo aspetto è il nostro primo obiettivo da migliorare”. “La partita è stata combattuta dall’inizio – ha aggiunto il centrale giallo-blu Arena – e noi non abbiamo sottovalutato l’avversario e neanche diminuito l’intensità. E’ logico che in partite come queste sono possibili dei cali di attenzione, però sono contenta che abbiamo ripreso la continuità. Siamo ancora alla quarta giornata e cercheremo di fare ancora meglio. Noi non ci accontentiamo, in quanto siamo in crescita e vogliamo crescere e di conseguenza passeremo le ore in palestra focalizzandoci su quei punti di debolezza per tramutarli in punti di forza”.

Messina Volley – Cus Unime Akademia 3-1 (25-10; 25-19; 21-25; 25-19)
Messina Volley: Biancuzzo G. 7, De Grazia, Panarello 2, Mondello 16, Laganà 7, Perdichizzi, Sorbara,  Cannizzaro (Cap.) 11, Raineri, Spadaro 10, Arena 15, Biancuzzo Y. (Lib. 1), Scarfì (Lib. 2). All. Cacopardo, 2° All. Rizzo
Cus Unime Akademia: Maisano 5, Currò 1, Arena, Zingales, Giamporcaro, Salvato 1, Gravagno (Cap.) 1, De Francesco 15, Alibrandi, Falconi 3. Mazzeo 1, Migale 11, Natoli (Lib. 1), Miduri (Lib. 2). All. Laganà, 2° All. Chitè.
Arbitri: Perdichizzi di Barcellona Pozzo di Gotto e Moltalbano di Messina

       

Autori

+ posts