Il Messina ringrazia Orlando e torna alla vittoria (1-0) contro il Roccella

Sampietro (foto Giovanni Isolino)

I giallorossi falliscono un penalty con Crucitti (parato da Scuffia) e trovano il gol partita nel finale, cogliendo un successo soffertissimo. Palo per i calabresi con Leveque, provvidenziale Avella in un paio di circostanze. 

Il Messina ospita il Roccella al “Franco Scoglio” e deve invertire il trend dopo gli ultimi due risultati negativi, costituiti dal pari interno con il Marsala e dalla sconfitta di Cittanova. Quattro le novità di formazione rispetto a domenica scorsa, con Rando che inserisce nell’undici di partenza Marfella, Saverino, Esposito e Siclari. Panchina per Coralli e Orlando. Dieci i punti in classifica per il Messina, cinque in più dei calabresi, reduci dalla loro prima affermazione del torneo ottenuta sette giorni fa a spese dell’Acireale.

La formazione titolare dell Acr Messina (foto Giovanni Isolino)

La cronaca: Al 7’ episodio dubbio in area calabrese per il contatto tra Faiello e Marfella: Barbiero opta per l’ammonizione per simulazione del numero 3 giallorosso, caduto giù in area, nonostante le forti proteste dei padroni di casa. Parte alta della traversa colpita da Esposito al 18’, ma il direttore di gara aveva comunque ravvisato una posizione di offside dell’attaccante. Il Messina, che fatica a trovare varchi, perde Marfella per infortunio al 26’: dentro Barbera. Il Roccella cresce, quindi, col passare dei minuti, creando più di un grattacapo alla squadra di Rando. Al 27’ si perde a lato il colpo di testa di Sangare. Sempre l’ivoriano, due minuti dopo, impegna Avella con un insidioso diagonale. Ancora il Roccella pericoloso al 33’ sulla conclusione dal limite di Suraci che sfiora il palo. Gli ospiti ci provano anche al 44’ con il cross di Faiello per lo stesso Suraci che spedisce fuori da ottima posizione. Uno solo, invece, il sussulto di marca peloritana prima dello scadere del tempo. Al 45’ Scuffia salva tutto deviando la sfera sopra la traversa sul colpo di testa di Esposito, servito da Barbera. Si va al riposo sullo 0-0. Ad inizio ripresa subito in campo Capilli in luogo di Sampietro, per la seconda sostituzione del Messina. Al 4’ spettacolare tentativo al volo di Siclari, pallone fuori bersaglio. Il Roccella si fa però vedere al 9’ con Suraci che spara alto, dopo aver ricevuto da Gomes ed essersi inserito per vie centrali. Al 10’ Ott Vale steso in area di rigore, l’arbitro questa volta non ha dubbi e indica il dischetto. Si incarica della battuta Crucitti che si lascia ipnotizzare da Scuffia, bravo ad intuire l’angolo e a deviare sul fondo, distendendosi sulla propria destra. Scampato il pericolo il Roccella va ad un passo dal vantaggio con Leveque che coglie un clamoroso legno. Avella è poi attento sulla girata sottomisura di Suraci. Al 28’ il Messina rischia di capitolare sull’inserimento di Faiello: uscita provvidenziale di Avella che chiude lo specchio e ribatte. I tifosi della curva cominciano a non gradire e provano a scuotere la squadra. Subito dopo, sul fronte opposto, Orlando indugia troppo al momento della conclusione, poi calcia a rete ma trova sulla sua strada un insuperabile Scuffia che alza la sfera sopra la traversa. Al 36′ nuovamente protagonista il numero uno ospite che si allunga e intercetta il pallone sul rasoterra di Crucitti. Grosso brivido al 39′, quando è Avella a salvare in tuffo su Leveque, poi Di Franco insacca ma da posizione di fuorigioco. E’ il 40′ il minuto giusto per l’esplosione di gioia del Messina: Orlando è bravo a crederci e, complice un’esitazione difensiva degli avversari, si avventa su un pallone vagante in area e anticipa Scuffia, depositando in rete da pochi passi. La prima marcatura stagionale dell’attaccante classe 2001 vale l’1-0. Rando cerca di proteggere il prezioso vantaggio e manda in campo Fragapane per lo stanco Esposito. Il Roccella, viceversa, tenta il tutto per tutto con gli ingressi di Santaguida e Scarano. Il Messina, però, non corre più rischi e ottiene una vittoria importantissima, nonostante una prestazione tutt’altro che brillante sottolineata dai cori di disapprovazione dei tifosi.

Ott Vale (foto Giovanni Isolino)

Il tabellino. Messina-Roccella 1-0
Messina: Avella, De Meio (4’ st Giordano), Marfella (26’ pt Barbera), Saverino, Ungaro, Bruno, Ott Vale, Sampietro (1’ st Capilli), Esposito (42′ st Fragapane), Crucitti, Siclari (23’ st Orlando). A disp. Pozzi, Buono, Bonasera, Coralli. All. Pasquale Rando.
Roccella: Scuffia, Faiello (45′ st Scarano), Malerba, Cavallaro, Liviera Zugiani, La Gamba, Suraci (31’ st Di Franco), Osei (45′ st Santaguida), Gomes, Sangare (17’ st Mbaye), Leveque (42′ st Leonardi). A disp. Commisso, Manganaro, Pascuzzi, Matozzo. All. Francesco Galati.
Arbitro: Maurizio Barbiero di Campobasso (assistenti Domenico Castaldo di Frattamaggiore e Antonio Aletta di Avellino).
Marcatori: 40′ st Orlando (M)
Ammoniti: 7’ pt Marfella (M), 20’ st Ungaro (M), 25’ st Osei (R). Note – Il Messina ha sbagliato un calcio di rigore con Crucitti all’11’ del secondo tempo.

Commenta su Facebook

commenti