Il MAM Volley vince in rimonta. Rondinelli: “Mi è piaciuta la reazione della squadra”

L'esultanza delle ragazze del Santa Teresa Volley
Vittoria piena per il MAM Volley che supera il Proger Friends Roma col punteggio di 3-1 al termine di un altalenante incontro ricco di colpi di scena che ha entusiasmato i numerosi spettatori presenti al Palabucalo. In fase iniziale Vincenzo Rondinelli schierava la formazione tipo delle ultime gare con Sara Ruberti in diagonale con Giulia Agostinetto, Fabiola Ferro e Sara Cortelazzo di banda, Ambra Composto e Simona Rotondo centrali e Nelli Mazzulla riadattata libero al posto dell’infortunata ( in via di recupero ) Federica Pietrangeli.
Silvia Bilardi

Silvia Bilardi

Il match sembrava partire con i migliori auspici. Subito avanti le padrone di casa al primo stop tecnico sul punteggio di 8-4. Poi un break di 4-12 portava la gara sul 12-16. Recupero del Santa Teresa per il 19 pari e contesa in equilibrio sino al 20-20. Poi allungo finale per il 21-25. La seconda frazione, in partenza, era identica alla prima (8-4). Recupero ospite per l’ 8 pari, momento in cui coach Rondinelli sostituiva la fuori mano Sara Ruberti con Verdiana Saporito, quest’ultima non in perfettissime condizioni fisiche. Il set si giocava punto a punto sino al 24-22. La compagine allenata dal tecnico di origini siciliane Camiolo annullava due set ball e si portava addirittura sul 24-25. Poi una lunga ed infinita serie di vantaggi e contro vantaggi si concludeva sul punteggio di 33-31 ed uno pari nel conteggio dei set. Il terzo tempo vedeva sin dall’inizio in campo Sara Ruberti. Sul 2-1 s’infortuna la giocatrice ospite Cianetti, costretta ad uscire per via di un trauma distorsivo. Gara in equilibrio sino all’8-7, poi MAM pian piano allungava prima sul 16-13 per poi chiudere sul 25-20. Sul 12-9 Silvia Bilardi prendeva il posto di Simona Rotondo per rimanere in campo sino alla fine dell’incontro. Subito in palla la giocatrice calabrese che si è’ fatta trovare pronta andando a segno alla prima palla utile. Per lei alla fine uno score di 9 punti con il 73% in attacco. Iniziava il quarto ed ultimo set con le messinesi avanti (8-5), reazione d’orgoglio laziale e pari raggiunto sul 15-15. Momento in cui entrava in scena la premiata coppia Rizzica-Cavalieri da Catanzaro. Attacco di Fabiola Ferro da posto due, muro out ospite non registrato e fantomatico quarto tocco decretato con i direttori di gara che hanno visto la palla in rete. Al danno la beffa del cartellino rosso e conseguente punto alla squadra avversaria così che da un potenziale 16-15 si passava al 15-17. Sul 17-19 il tecnico locale faceva rifiatare Ambra Composto, autrice di un’ottima prova con alcuni muri strepitosi ed un paio di attacchi che hanno messo a rischio l’incolumità delle  avversarie, reinserendo Simona Rotondo. La forbice si allargava sino al 17-22 quando Rondinelli chiama a raccolta le sue giocatrici e suonava la carica. Il Proger si manteneva sul più quattro sino al 19-23, da quel momento in poi Mazzulla e compagne tiravano fuori tutta la grinta che avevano in corpo e decidevano che lo score per il team romano doveva fermarsi lì. Con Sara Cortelazzo in battuta – fino a qual momento molto fallosa con 7 errori al servizio – le rossoblu piazzavano un filotto di sei punti consecutivi nel corso del quale non facevano cadere nulla a terra e con la la massima concentrazione mettevano a frutto tutte le trame offensive. Era il 25-23 e conseguente 3-1 finale nel tripudio generale.

Romagnoli

Rondinellii, tecnico del Santa Teresa Volley

Una gara che vale tre punti importantissimi in classifica alla vigilia di una trasferta difficilissima contro Cutrofiano. I punti conquistati servono a fare morale e a ridare fiducia alle giocatrici che anche nella gara odierna sono apparse troppo spesso contratte, non provando sempre i colpi che hanno nel proprio repertorio ma cercando la giocata facile. La vittoria serve per lavorare con maggiore serenità alla ricerca dello status ottimale che consenta a tutta la squadra di esprimere il proprio potenziale. Bene come detto la prova di Silvia Bilardi. A trascinare il gruppo verso la vittoria  la palleggiatrice Giulia Agostinetto che ha unito al suo nobile lavoro in regia quello utilissimo di recupero in difesa e la centrale Ambra Composto che nei momenti topici della gara ha suonato la carica. A fine gara Vincenzo Rondinelli appare soddisfatto della prestazione: “Mi è’ piaciuta la reazione della mia squadra nei momenti di difficoltà. Abbiamo incontrato un avversario molto organizzato che a stento faceva cadere la palla a terra. Bravi noi a non innervosirci ed a far prevalere la nostra fame di vittorie. I punti fanno classifica e ci consentono di lavorare in settimana con minori pressioni alla ricerca della condizione ottimale”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com