Il Due Torri non punge ed esce dalla Coppa. Venuto: “Reggio tornerà ai primi posti”

Reggio Calabria

Poche emozioni e spunti di cronaca in un Granillo che si presenta con appena 200 spettatori per l’appuntamento di Coppa Italia. L’ASD Reggio Calabria piega il Due Torri nel turno preliminare della manifestazione tricolore grazie alla rete decisiva del centrale difensivo Cucinotti che regala un sorriso agli amaranto dopo tre sconfitte consecutive in campionato che hanno fatto sprofondare la squadra nelle basse secche della graduatoria.
I ragazzi di Cozza scendono in campo col pensiero del ritorno alla vittoria. I pirainesi, sulla cui panchina siede l’ex tecnico della Primavera della Reggina Antonio Venuto e un elemento cresciuto al S. Agata come Orly Akuku, vogliono ribattere colpo su colpo pur pensando al campioanto ed alla sfida al lanciato Roccella.
Ritmo lento in un atmosfera surreale, gli amaranto sono più propositivi rispetto all’avversario ma troppo leziosi. Il gol amaranto spezza un primo tempo capace di produrre soltanto sbadigli: punizione calciata da Condomitti dal vertice sinistro dell’area di rigore che trova Cucinotti sul secondo palo pronto a ribadire in rete con un colpo di testa sotto la traversa. Grande soddisfazione per il difensore reggino all’esordio in amaranto che esulta sotto la sud con la mano sul cuore. Prima e dopo, il Reggio non rischia nulla conducendo la partita all’intervallo senza affanni.
Nella ripresa non succede quasi più nulla, ritmi bassi e tanta noia. I due tecnici operano i sei cambi ma la musica non cambia, Reggio Calabria porta a casa la qualificazione davanti ai propri appassionati ma i motivi per sorridere sono comunque pochi. Due Torri guarda avanti ed a un campionato dove proverà a dire la sua dopo un inizio incoraggiante.

Due TorriIn sala stampa il mister del Due Torri Antonio Venuto ha analizzato la sfida ed il campionato delle due squadre, ritornando in un posto che lo ha visto protagonista di numerosi successi alla guida della Primavera amaranto: “Siamo scesi in campo come sempre per ottenere il massimo, ha deciso la sfida una palla inattiva. Torniamo a casa con la mente sgombra e rivolti alla partitissima contro il Roccella. Pensiamo unicamente al campionato ed al raggiungimento della salvezza il prima possibile. In queste ultime partite con Sarno e Reggio Calabria quando passiamo in svantaggio abbiamo difficoltà a raddrizzare la situazione, in primis per un problema insito nella nostra struttura di squadra, ovvero la mancanza di una punta centrale per via di infortuni ed assenze. In attacco siamo leggerini, oggi ha giocato Giacobbe, un trequartista e Petrullo più un classe ’97. Questo comporta che la volontà della squadra viene frustrata, infatti non concretizziamo la mole di gioco prodotta nella trequarti avversaria. La serie D è un torneo molto difficile, tante big sono in difficoltà come Reggio Calabria, il Siracusa che è molto quotato ed il Rende che alla vigilia veniva posto nei primissimi posti dopo l’ottimo campionato trascorso. La Cavese di contro ha perso la prima partita, adesso viaggia a ritmo sostenuto. E’ sempre un problema di acquisire la forma dopo essere partiti in ritardo con la programmazione. La maglia di Reggio Calabria pesa tanto per la storia ma credo che abbia tutti i mezzi tecnici per risalire la china e lo vedremo in alto.

REGGIO CALABRIA 1 DUE TORRI 0
Marcatore: 24′ pt Cucinotti,
REGGIO CALABRIA: Comandè; Cucinotti, Corso D’Angelo; Dentice, Condomitti, Pescatore, Roselli, Mangiola (22′ st Riva); Zampaglione (16′ st Pelosi), Bramucci (1′ st De Marco).
A disposizione: Licastro, Brunetti, Maesano, D’Ambrosio, Russo, Arena. Allenatore: Sig. Cozza.
DUE TORRI: Ingrassia, Acquaviva (33′ st Cardaci), Scolaro, Akuku (1′ st Genovese), Cassaro, Tricamo, Marino, Calafiore, Petrullo, Giacobbe, Postorino (13′ st Cicirello).
A disposizione: Paterniti, Lupica, Lenzo, Ricciardello,Scarbaci, Pitarresi. Allenatore: Sig. Venuto.
Arbitro:A Festa di Avellino (Garofalo di Battipaglia e Fine di Battipaglia)..
Note- Spettatori circa 200. Ammoniti: Pescatore (RC), D’Angelo (RC), Mangiola (RC), Cardaci (DT). Angoli: 2-2. Rec. : 0′ pt; 3′ st.

Commenta su Facebook

commenti