Il derby sorride all’Amatori Catania. Messina cede 17-7

Amatori Messina

L’Amatori Rugby Messina non riesce ad aggiudicarsi il derby siciliano e perde con l’Amatori Catania per 17-7. Nonostante le speranze riposte in una vittoria, l’Amatori Rugby Messina non riesce ad aggiudicarsi l’odierno derby siciliano con l’Amatori Catania Rugby, disputato al campo etneo Benito Paolone. Il risultato finale è 17–7.
La trasferta carica della speranza di mantenere il quinto posto, vede, invece, i peloritani scivolare nuovamente in fondo alla classifica, fermi a 6 punti, mentre Catania passa a 9 punti. L’incontro, caratterizzato dal nervosismo e dai numerosi fischi dell’arbitro che frammentano il gioco, vede ripetuti cartellini gialli assegnati ad ambedue le formazioni.
Nel primo tempo è evidente la superiorità dell’Amatori Catania soprattutto, in mischia, riuscendo ad intascare la prima meta ed un piazzato. Nel secondo tempo, l’Amatori Messina cerca di imporsi, e realizza una meta. I messinesi, inoltre, sanno affrontare bene l’attacco degli avversari e gestiscono brillantemente i tre quarti. Purtroppo vengono vanificate altre possibilità di realizzare ulteriori punti, sbagliando alcune occasioni presentate da tre touch sulla linea dei 5 metri. Il resto lo fa quella meta tecnica assegnata all’Amatori Catania, contestata da parte dei messinesi, perché ritenuta molto dubbia.
Il coach Daniel Antonio Insaurralde commenta la partita con tono amaro: “Sono deluso da una prestazione che ha vanificato le ottime potenzialità che avevamo per vincere. Nonostante il sensibile miglioramento della squadra nel corso del secondo tempo, non si è riusciti a concludere alcune azioni che potevano portarci altre mete. Discutibile, inoltre, a mio avviso, la meta tecnica assegnata al Catania”.
Il primo tempo, dunque, delinea un match accesso. I padroni di casa riescono a sfruttare una touch degli ospiti sui 22 metri, conquistando l’ovale e, avanzando dal lato chiuso, segnano all’11’ con Gabriele Guglielmino; Borina trasforma. Poi, al 25’, la punizione a favore degli etnei, centrata da Borina. Parziale 10–0.

La touche dell'Amatori Messina

La touche dell’Amatori Messina

Nel secondo tempo al 5’ arriva per i biancorossi l’occasione che cercano, con la palla ottenuta da una mischia e Miduri che va in meta; trasformazione di Bertè. Al 17’ la meta tecnica per l’Amatori Catania, con la trasformazione di Borina. Finale 17-7.

TABELLINO:
1° tempo
11’ meta Gabriele Guglielmino; trasformazione Borina
25’ punizione Borina
2° tempo
5’ meta Miduri; trasformazione Bertè
17’ meta tecnica Amatori Catania; trasformazione Borina
Gialli: 19’ 1° t D’Apice; 29’ 1° t Martelli; 3’ 2° t Ardito; 26’ 2° t Pezzotti; 31’ 2° t Camino.
Amatori Rugby Catania: Borina, Montedoro, Calamaro, Greco (40’ Sciuto 2° t), Di Paola, Camino, Di Prima, Gabriele Guglielmino, Martelli, Palmieri (28’ 2° t Scuderi), Giustolisi (10’ 2° t Di Raimondo), Minnì, Fabrizio Guglielmino, Maita, Ardito (19’ 2° t Russo). A disposizione: Certo, Battaglia, Di Guardo Allenatore: Ignazio Vittorio.
Amatori Rugby Messina: Romagnoli, Santamaria (34’ 2° t Salayman), Santilano, Sabanovic, Dejean (18’ 2° t Placanica), Lafalla, Bertè, Spanò (17’ 2° t Guglielmo), Scaloni, Miduri, Garozzo, Blandino, Pezzotti, Lo Re, D’Apice (17’ 2° t Cipriano) A disposizione: Sindona, Tornesi, Perri Allenatore: Daniel Antonio Insurralde
Arbitro: Ruta di Perugia
Gdl: Cappello e Gurrieri di Ragusa

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti