“Il cuore nello zaino”, il docufilm di Matteo Arrigo sulla missione italiana in Tanzania

"Il cuore nello zaino"La locandina de "Il cuore nello zaino", il docu-film di Matteo Arrigo

Lo scorso settembre i medici della cardiochirurgia di Taormina e del Bambino Gesù di Roma si erano recati in missione in Tanzania, dove hanno operato una decina di bambini affetti da malformazione cardiaca. Insieme a loro ha partecipato alla missione il videomaker messinese Matteo Arrigo e da quella esperienza è nato oggi un docu-film che racconta gli aspetti di queste missioni umanitarie.

“É stata un’esperienza molto forte per me che non sono medico – sottolinea Matteo Arrigo –. Non è stato semplice muoversi per una settimana fra sala operatoria e terapia intensiva, in un contesto già normalmente difficile, considerato che i pazienti erano dei bambini, il tutto amplificato dalle difficoltà che possono nascere in un mondo complicato come quello africano”.

Agati, Arrigo, Noto e Zanai

Il primario Sasha Agati, l’autore del docu-film Matteo Arrigo, l’infermiera Domenica Noto e l’anestesista Rosanna Zanai

È venuto fuori un documentario che racconta il lavoro dei medici e la storia di Sophia, una bambina operata durante la settimana di missione italiana. Al margine del viaggio era stata organizzata una raccolta di vestiti e giocattoli che medici e infermieri hanno regalato ai bambini.

“Ci sono cose nella vita che hanno un valore maggiore del loro peso, costo o ingombro” – continua Arrigo –. Il sorriso dei bambini che prendevano in mano i nostri regali non aveva valore. La gioia che ne abbiamo ricevuto non aveva un prezzo”.

"Il cuore nello zaino"

Grande successo di pubblico per la proiezione de “Il cuore nello zaino” di Matteo Arrigo a Santo Stefano Briga

“Viaggio da anni e il viaggio è un’esperienza che ha avuto il potere di cambiarmi dentro– ammette ancora il videomaker messinese –. È stata una lente attraverso la quale osservare il mondo e me stesso. Vedere le cose da altre angolazioni mi è servito a dare loro il giusto valore. Per essere felice, credo che la vita debba essere semplice, e di qualche utilità per gli altri. Per questo continuerò a viaggiare, sempre con il cuore nello zaino”. 

Il cuore nello zaino è appunto il titolo del reportage. “Prima della partenza il primario, il dottor Sasha Agati, mi aveva detto che dal viaggio avrei ricevuto molto di più di quello che sarei riuscito a dare loro. Ad oggi posso dire che ha avuto pienamente ragione. Raggiungere le terra degli ultimi mi ha permesso di godere lo spettacolo della vita dalla prima fila. Questo video è dedicato a loro, ma arriva a noi che lo vedremo qui, per farci ancora credere nei piccoli miracoli e gesti quotidiani”.

Agati, De Luca e Grillo

Il primario di cardiochirurgia Sasha Agati, il sindaco Cateno De Luca e il parroco Don Lino Grillo

Una nuova missione attende i medici di Taormina e il videomaker Matteo Arrigo, che infatti a fine gennaio si recheranno in India per eseguire delle operazioni presso l’ospedale di Madurai, a seguito dell’invito della Fondazione Umanitaria “Little Moppet Heart” che opera nell’India del Sud. Il viaggio è finalizzato al trattamento chirurgico di 12 bambini affetti da cardiopatia congenita complessa.

La missione potrà essere sostenuta attraverso donazioni sul conto corrente dell’Avulss di Taormina. Per contribuire è possibile sfruttare il seguente codice Iban (IT35M0301982590000000002129), intestato appunto all’Avulss, con la causale “Mettici il cuore”.

Commenta su Facebook

commenti