Il Como è in B: a Bassano basta lo 0-0. L’elenco dei 60 club per la terza serie 2015-16

Ganz, attaccante del Como

E’ il Como la quarta squadra promossa in Serie B. I lariani seguono Salernitana, Novara e Teramo, approdate tra i cadetti già al termine della regular season. La squadra di Sabatini ha sovvertito i pronostici, rendendosi autrice di una memorabile cavalcata nei playoff, cui si presentava da quarta del girone A. Giosa e compagni hanno estromesso prima il Benevento e poi il Matera, completando l’opera grazie all’affermazione nella doppia finale con il Bassano. Dopo il 2-0 dell’andata, originato dai gol di Le Noci e di Simone Andrea Ganz, figlio dell’ex attaccante di Inter e Milan Maurizio, il Como ha pareggiato 0-0 al “Mercante” nel match di ritorno. Nella prima frazione occasionissima sprecata da Le Noci. Le speranze del Bassano di riaprire i giochi si sono infrante nella ripresa sul palo colto da Nolè. Cocente delusione tra i padroni di casa, festa grande per gli ospiti. Per la formazione lombarda si tratta del ritorno in B ad undici anni di distanza dall’ultima volta. Una vera e propria impresa. A esultare è stata infatti quella che alla vigilia degli spareggi era la peggiore quarta, con l’ovvio rammarico del Bassano, vincitore un anno fa della Supercoppa di Seconda Divisione contro il Messina, e del Benevento, che ha conteso invano a lungo il primato alla Salernitana nel girone C.

Antonio Giosa del Como

Antonio Giosa del Como

Dalla serie cadetta sono invece retrocesse Varese, Brescia, Cittadella e Virtus Entella, quest’ultima al termine della doppia sfida dei playout con il Modena. Tra le società rimaste in Lega Pro spicca appunto la compagine del presidente Renzo Rosso, che aveva perso al fotofinish la promozione diretta e si è visto beffare anche ai playoff. Quindi Pavia, Alessandria, Feralpi Salò, Monza, Real Vicenza, Cremonese, Arezzo, Sudtirol, Mantova, Venezia, Giana Erminio, Renate, Lumezzane, Ascoli, Reggiana, Spal, Carrarese, Santancargelo, Pisa, Savona, Ancona, Tuttocuoio, L’Aquila, Pontedera, Lucchese, Grosseto, Prato, Pistoiese, Pro Piacenza, Torres, Benevento, Juve Stabia, Matera, Lecce, Casertana, Foggia, Catanzaro, Melfi, Barletta, Vigor Lamezia, Paganese, Martina, Cosenza, Lupa Roma, Reggina, Ischia. Infine le nove promosse dalla D: Cuneo, Castiglione, Padova, Rimini, Siena, Maceratese, Lupa Castelli Romani, Fidelis Andria e Akragas.

La Juve Stabia celebra una delle tre marcature realizzate al San Filippo (foto Giovanni Isolino)

La Juve Stabia celebra una delle tre marcature realizzate al San Filippo (foto Giovanni Isolino)

E’ l’elenco delle sessanta società partecipanti alla Lega Pro 2015-16, in attesa che si faccia chiarezza sul fronte calcio scommesse e poi per quanto concerne ammissioni e ripescaggi (da ufficializzare in tal senso la somma di 600.000 euro per la fidejussione più altri 600.000 a fondo perduto). La data di scadenza per l’iscrizione al campionato è il 30 giugno, termine entro il quale i club dovranno adempiere ai criteri legali ed economico-finanziari, infrastrutturali, sportivi e organizzativi richiesti. L’ennesima estate calda è alle porte, con il Messina, retrocesso in D, che al di là dell’annunciato disimpegno del presidente Pietro Lo Monaco resta comunque alla finestra per quanto riguarda la composizione degli organici di terza serie.

Commenta su Facebook

commenti