Il Castanea si conferma padrone dei derby. Anche l’Alias Barcellona va al tappeto

Azione di gioco dell'Alias Barcellona

La palla a due di una sfida dell’Alias Barcellona

Nel campionato di serie D ritorna in campo il Castanea nella quinta giornata del girone d’andata. I giallo viola di coach Luigi Biondo non risentono della settimana di fermo imposto dal calendario e cercano il secondo successo stagionale sul campo di un Alias Barcellona in difficoltà di classifica in queste prime giornate di campionato. Le premesse non sono delle migliori in casa peloritana, il team del presidente Frisenda deve fare a meno per problemi di natura fisica della guardia Cutè, ma può contare regolarmente sul proprio leader Campi. Il primo quarto è equilibrato, il Castanea si ritrova con sei punti di vantaggio sul 9-3 dopo cinque minuti dall’inizio, grazie alla supremazia della coppia di lunghi formata da Manasseri e Gambadoro.

Il pivot Andrea Gambadoro (Castanea)

Il pivot Andrea Gambadoro (Castanea)

L’Alias rimane a contatto con Valenti molto ispirato che sigla sette degli undici punti totali della squadra allenata da Varotta. La prima frazione di gara si conclude con il punteggio di 11-17. Tornati in campo, i ragazzi di coach Biondo piazzano il primo significativo parziale della serata (4-14) ad opera del nuovo acquisto Lanzafame (11 punti finali), assistito molto bene dalla regia di Luca Restuccia. Per l’Alias rispondono Catanesi (21 punti finali) e il play Di Giovanni. Si va così all’intervallo lungo con il Castanea in controllo sul punteggio di 25-37. Alla ripresa del gioco l’Alias forza i tempi per ritornare in partita e in pochi minuti riesce nell’impresa, prima di riagganciare e poi superare il Castanea. Catanesi e Valenti aggiustano la mira e mettono a referto cinque triple di fila (il parziale dei primi cinque minuti è di 17-5), stringendo le maglie difensive e passando ad una zona 2-3. Il Castanea perde il ritmo d’inizio gara. Coach Biondo è costretto a chiamare time out per far rifiatare e riflettere i suoi. Campi si prende, in questo momento, la responsabilità di finalizzare quasi tutti gli attacchi e riesce a tener a galla la propria squadra, sotto di uno alla penultima sirena (49-48).
Il quarto periodo è un’altalena di emozioni con le due squadre che si alternano nella conduzione del match.

Il nuovo acquisto del Castanea Domenico Lanzafame

Il nuovo acquisto del Castanea Domenico Lanzafame

A cinque minuti dal termine è l’Alias Barcellona ancora in vantaggio. Catanesi e compagni cercano l’allungo decisivo, vanificato però dal canestro e tiro libero aggiuntivo della new entry Sturniolo (57-56). Da questo momento però l’Alias spende prematuramente il bonus e manda sistematicamente in lunetta i ragazzi di coach Biondo. Si arriva così al termine dell’incontro con Campi e Lanzafame a gestire il margine di vantaggio. Positiva la reazione di Restuccia e compagni, che riescono a ottenere il secondo successo consecutivo dopo quello contro i cugini del Basket School, ottimo viatico in vista della trasferta di sabato prossimo sul difficile campo di Bagheria.

Alias Barcellona-Castanea Basket 2010 63-72
Parziali: 11-17; 14-20; 24-11; 14-24;
Alias: Munafò 2, Coppolino, Ceraolo 2, Pettineo 4, Maiori 2, Valenti 14, Di Giovanni 12, Catanesi 21, Rucci2, Crisafulli, Pirri 2, Italiano 2, All: Varotta A.
A.S.D. Castanea Basket 2010: Sciliberto 2, Lanzafame 11, Restuccia 6, D’Ignoti 6, Campanella, Biondo, Bonsignore, Manasseri 8, Gambadoro 7, Sturniolo 7, Campi 25; All: Biondo L.
Arbitri: Centorrino e Patti

L'allenatore giallo-viola Luigi Biondo

L’allenatore giallo-viola Luigi Biondo

Commenta su Facebook

commenti