Il Camaro rallenta col Real Aci (1-1) ma conferma il più 5 sulle inseguitrici

Camaro-Real Aci

Capolista in vantaggio con il rigore di Mondello all’8′ ma ripresa da De Simone al 18′. Poi è il palo a fermare Bonamonte. Nella ripresa neroverdi avanti con ardore, anche in dieci dopo l’espulsione di Morabito al 38′, ma il match termina in parità. I risultati delle dirette concorrenti lasciano invariato il margine sul secondo posto.

Un Camaro combattivo ma meno brillante del solito sbatte contro un ostico Real Aci e deve accontentarsi di un punto che consente comunque di mantenere inalterato il vantaggio in classifica sulle inseguitrici e preservare l’imbattibilità stagionale. Eppure i neroverdi sbloccano subito la partita con il calcio di rigore trasformato all’8′ da Alberto Mondello, al nono centro in campionato. Gli avversari però mettono in campo grinta e cattiveria e pervengono presto al pari con il colpo di testa da distanza ravvicinata di De Simone (in sospetta posizione di offside) sugli sviluppi di un calcio di punizione. Il Camaro, subìto il gol del pari, torna ad attaccare con continuità con l’obiettivo di riportarsi in vantaggio e ci prova in diverse occasioni, la più clamorosa al 44′, quando Bonamonte in scivolata colpisce il palo a pochi passi dalla porta. Copione simile nella ripresa: padroni di casa avanti e ospiti ben disposti in campo e pronti a ribattere colpo su colpo. Nel finale, al 34′, l’arbitro estrae un cartellino rosso, probabilmente severo, ai danni di Morabito. Anche in inferiorità numerica, la squadra di Furnari si riversa in avanti nel tentativo di centrare il successo, si avvicina pericolosamente alla porta avversaria in un paio di circostanze ma senza riuscire a sfondare. Termina 1-1, il Camaro resta imbattuto (10 vittorie e 3 pareggi) e conserva 5 punti di vantaggio sul secondo posto, occupato ora in solitaria dal Città di Messina. Sabato prossimo confronto esterno con il Giardini Naxos.

Cappello

Cappello con la divisa del Camaro

LA CRONACA – Due cambi nell’undici scelto dal tecnico Furnari rispetto al match di sabato scorso contro il Città di San Filippo del Mela: Fiorito sostituisce l’infortunato Sammatrice tra i pali e il classe ’99 Zappalà rileva Calogero a centrocampo. Consueto 4-3-3, quindi, con Fiorito tra i pali; Cappello, Morabito, Ardiri e Mondello in difesa; Zappalà, Munafò e Campo in mediana; Bonamonte, Brigandì e Princi in attacco. Come spesso successo nel corso della stagione, il Camaro accelera già dai primi minuti e all’8′ trova il vantaggio: cross di Mondello, fallo di mano di Maugeri e calcio di rigore assegnato dall’arbitro Naselli in favore dei neroverdi; dal dischetto va lo stesso Mondello e batte Catalano per l’1-0 dei padroni di casa e il nono gol stagionale. Tre minuti più tardi è Princi a cercare il raddoppio sfiorando il palo direttamente da calcio piazzato. Al primo guizzo offensivo il Real Aci pareggia: è il 18′ quando su una punizione di Spartà, spizzata da Bisicchia, sbuca sul secondo palo De Simone che, in posizione dubbia di fuorigioco, di testa supera Fiorito. Incassato l’1-1, è il Camaro a riprendere ben presto in mano le redini del match e già al 20′ Campo va al tiro dalla distanza ma il suo diagonale si perde a lato. Stessa sorte al 22′ per il mancino dai 35 metri di Mondello, che non sorprende Catalano. Neanche centoventi secondi più tardi, l’estremo difensore ospite è bravo a respingere di pugno la conclusione di Princi, che al termine di un’azione personale fa partire un bel sinistro senza trovare l’angolo giusto. Superata la mezzora, ancora una chance per i neroverdi con Mondello a imbeccare Cappello su calcio di punizione e il capitano a sfiorare soltanto la sfera da pochi passi. Al 32′ episodio da moviola quando un tocco di Princi al limite dell’area di rigore trova la deviazione di un difensore, forse con un braccio, ma Naselli lascia correre tra le proteste. Al 43′ tentativo su punizione di Mondello, Catalano respinge. Allo scadere l’occasione più grotta per il raddoppio capita sul piede di Bonamonte, che in spaccata su cross di Cappello centra il palo; sulla respinta si fionda Mondello ma il suo tiro viene ribattuto provvidenzialmente da un difensore. Nonostante il predominio territoriale, al Camaro manca il colpo del raddoppio e il primo tempo si chiude sull’1-1.

Nella ripresa il copione non cambia e i neroverdi si affacciano in avanti al 9′ con la punizione di Mondello e il colpo di testa di Morabito, debole e centrale. Superato il quarto d’ora, un cross di Bonamonte trova la deviazione di testa all’indietro di Maugeri, che quasi prende in controtempo Catalano, reattivo nel bloccare in due tempi. Al 18′ Mondello prova a sorprendere Catalano con un calcio piazzato dalla lunga distanza, ma il portiere è attento e para. Un minuto più tardi, primo tentativo della ripresa confezionato dal Real Aci, con il colpo di testa del neoentrato La Motta che chiama Fiorito alla facile presa centrale. Al 23′ a provarci è Munafò, che dai 20 metri non trova la porta. L’inerzia del match potrebbe cambiare quando al 34′ Febbraio scappa a Morabito, costretto al fallo sulla trequarti; l’arbitro ravvisa gli estremi per il cartellino rosso ed espelle il difensore, lasciando il Camaro in dieci uomini. Nonostante l’inferiorità numerica, sono sempre i padroni di casa a tenere in mano il pallino del gioco e al 41′ confezionano l’ennesima occasione quando, su corner di Mondello, Campo di testa rimette in mezzo per la girata al volo di Princi che sfiora il palo. Al “Marullo” termina 1-1, con i neroverdi che restano al primo posto e mantengono i 5 punti di vantaggio sul Città di Messina, fermato sullo 0-0 in casa del Terme Vigliatore, e allungano (+6) sulla Messana, sconfitta in casa dal San Biagio. Il Camaro resta imbattuto e nel prossimo turno, sabato 10 novembre, farà visita al Giardini Naxos.

Camaro-Terme Vigliatore

Il Camaro tiene palla

Il tabellino

Promozione, Girone C – 13ª giornata
Campo sportivo “Marullo” di Bisconte – Messina, sabato 3 dicembre 2016

Camaro – Real Aci 1-1
Marcatori
: 8′ pt rig. Mondello (C), 18′ pt De Simone (RA).

Camaro: Fiorito, Cappello, Mondello, Munafò, Morabito, Ardiri, Bonamonte (23′ st Paludetti), Zappalà, Brigandì (34′ st La Rocca), Princi, Campo. In panchina: Nastasi, Lauro, Visconti, Calogero, Colucci. Allenatore: Giuseppe Furnari.

Real Aci: Catalano, Sorbello (18′ st Tola), Spartà, Alidou, Maugeri, Bisicchia, Febbraio, Patanè, De Simone, Galiano (18′ st Di Nicolò), Spada (8′ st La Motta). In panchina: Leotta, Licciardello, Calabretta. Allenatore: Alfondo Benedettino.

Arbitro: Luca Naselli della sezione di Catania.
Assistenti: Francesco Davide Bonaccorso della sezione di Catania e Federico Luccarelli della sezione di Acireale.

Ammoniti: 8′ pt Febbraio (RA), 39′ pt Maugeri (RA), 7′ st Sorbello (RA), 15′ st Galiano (RA), 38′ st Catalano (RA), 40′ st De Simone (RA).
Espulso: 35′ st Morabito (C).

Recupero: 0′ pt, 4′ st.

Commenta su Facebook

commenti