Il Camaro con Brigandì conquista il big match col Città di Messina ed allunga

Gol Brigandì (Camaro)

Nel big-match tra prima e seconda, in un “Marullo” stracolmo, i neroverdi giocano con ardore, vanno a segno al 42′ con Brigandì, nella ripresa prima sfiorano il raddoppio e poi difendono con determinazione il vantaggio. Termina 1-0, il Camaro vola a +5.

Neppure contro il Città di Messina, la seconda della classe, il Camaro interrompe la propria corsa. Nell’incontro di cartello dell’undicesimo turno di campionato, che opponeva al “Marullo” le prime due della graduatoria, sono i neroverdi a spuntarla al termine di una gara maschia ma corretta, giocata di fronte ad una splendida cornice di pubblico. E’ il gol di Brigandì al 42′ a decidere il match e a consentire alla squadra di Furnari di allungare in classifica: adesso sono 5 i punti di vantaggio della capolista sulle inseguitrici. Il Camaro gioca un gran primo tempo, va vicino al gol in più occasioni e capitalizza quanto fatto di buono fino a quel momento sul finire di frazione: iniziativa di Mondello sulla sinistra, palla in mezzo e deviazione vincente di Roberto Brigandì, al suo settimo gol in campionato. Nella ripresa la squadra di casa parte forte e sfiora il raddoppio ancora con Brigandì, poi stringe i denti di fronte al ritorno degli avversari e ci vuole un super Sammatrice per opporsi al 17′ alla doppia occasione ospite. Il Città di Messina spinge con orgoglio nel finale ma il Camaro si difende con grinta e grande attenzione, concede ben poco fino alla fine e, dopo ben sette minuti di recupero, porta a casa la preziosissima vittoria che consente di toccare quota 29 punti e rafforzare la leadership in graduatoria. Sabato prossimo match esterno contro il San Filippo del Mela.

LA CRONACA – Va in scena al “Marullo”, di fronte ad un pubblico delle grandi occasioni, il confronto tra le prime due squadre del girone C di Promozione. Il tecnico neroverde Furnari, già privo di Bonaccorso, Zappalà e Lecefel, deve rinunciare in extremis anche a Lauro (virus intestinale) e Bonamonte (problema al polpaccio). Nel consueto 4-3-3 trovano spazio Sammatrice in porta, Cappello, Morabito, Ardiri e Mondello in difesa, a centrocampo Calogero, Munafò e Campo, in avanti Paludetti, Brigandì e Princi.
Il Città di Messina, alla vigilia secondo a -2 dalla vetta, va subito al tiro con Cardia, che dopo pochi secondi calcia dalla distanza senza però creare apprensione a Sammatrice. La replica del Camaro arriva al 3′: Princi batte a rete al volo da centro area trovando la decisiva opposizione con il corpo di Fragapane. Cardia ci riprova da lontano al 7′ ma anche in questo caso Sammatrice può intervenire senza affanni. I padroni di casa crescono con il passare dei minuti e giocano un bel calcio per lunghi tratti. Al 9′ punizione di Mondello da destra, Brigandì riesce solo a sfiorare a centro area. Al 14′ il Città di Messina perde per infortunio il suo capitano, Arigò, rimpiazzato da Libro. Il Camaro continua a spingere e al 17′, su corner di Mondello, Paludetti anticipa tutti ma manda alto. Passano pochi minuti e al 20′ Calogero calcia al volo dal limite spedendo però a lato. Grande chance neroverde al 21′: Princi sfonda a sinistra e mette in mezzo, Paludetti sotto porta colpisce male e viene “murato” da un difensore. I ruoli si invertono al 24′ e, su cross di Paludetti, è Princi a calciare ma anche in questo caso il suo tiro è ribattuto in angolo. Il Città di Messina prova ad interrompere il monologo degli avversari prima al 29′, quando in mischia su calcio d’angolo mette apprensione agli avversari, e poi al 33′, quando Mancuso calcia però altissimo sugli sviluppi di un calcio di punizione. Anche il finale di primo tempo è tutto di marca Camaro e al 40′ Princi manda la sfera poco distante dall’incrocio con un bel destro da fuori. Gli sforzi dei padroni di casa sono ripagati al 42′: dopo un’azione insistita, Mondello dal fondo riesce a toccare al centro per Brigandì che, ben appostato a pochi passi dalla porta, non manca la deviazione vincente. Dopo aver trovato il vantaggio, gli uomini di Furnari provano ad affondare i colpi negli ultimi minuti della prima frazione. Al 45′, dopo la ribattuta della difesa su un calcio d’angolo, Mondello cerca la porta da posizione defilata ma il suo sinistro al volo non inquadra il bersaglio. Un minuto più tardi bella azione personale di Cappello conclusa con un sinistro che sfiora l’incrocio. Si va al riposo sull’1-0.

Camaro

Camaro

Nella ripresa subito ritmi alti, nonostante un terreno di gioco reso più lento dalla pioggia, e primo tentativo di Cardia su punizione neutralizzata da Sammatrice. Il Camaro risponde subito con una grandissima occasione al 5′: Princi lancia Brigandì, che si ritrova davanti al portiere Simoni ma manda il pallone sul fondo. Al 9′, dall’altra parte, ci prova Libro ma il suo sinistro a giro è impreciso. Al 14′ ci riprova Cappello: a lato il suo destro da posizione defilata. La migliore occasione ospite arriva al 17′: Amante dal limtie calcia di potenza trovando l’opposizione di Sammatrice, che poi si supera sulla botta ravvicinata di Arena. Il Città di Messina prova ad impensierire gli avversari anche al 23′ ma il colpo di testa di Leo, sugli sviluppi di una punizione di Cardia, finisce a lato. Furnari effettua al 25′ il suo primo cambio rimpiazzando Brigandì con La Rocca. Il buon momento degli ospiti produce un altro brivido per il Camaro al 28′ ma, sul cross di Codagnone, Amante non arriva puntuale sul pallone a centro area. Al 32′ secondo cambio neroverde: Visconti rileva Campo. Al 34′, su punizione laterale di Mondello, Cappello svetta più in alto di tutti ma il suo colpo di testa termina fuori. Il Camaro ha poi una grande chance per chiudere i conti al 38′: Princi lancia in area Mondello, l’esterno cerca sul secondo palo La Rocca che arriva però con un attimo di ritardo sul pallone. Nel finale il Città di Messina attacca con orgoglio ma non riesce a creare reali occasioni pericolose. I padroni di casa si difendono con ardore e determinazione e sfiorano anche il raddoppio al 43′ con il colpo di testa a lato di La Rocca su punizione di Mondello. Al 90′ il direttore di gara assegna 6 minuti di recupero (poi se ne giocheranno addirittura 7) ma il Camaro chiude ogni varco e, al triplice fischio, può scoppiare la gioia: finsice 1-0, raggiunta quota 29 punti, inseguitrici a -5. Sabato prossimo confronto esterno con il Città di San Filippo del Mela.

Città di Messina

Città di Messina

Il tabellino

Promozione, Girone C – 11ª giornata
Campo sportivo “Marullo” di Bisconte – Messina, sabato 19 novembre 2016

Camaro – Città di Messina 1-0
Marcatori
: 41′ pt Brigandì

Camaro: Sammatrice, Cappello, Mondello, Munafò, Morabito, Ardiri, Paludetti (41′ st Russo), Calogero, Brigandì (25′ st La Rocca), Princi, Campo (32′ st Visconti). In panchina: Fiorito, Comandè, Marabello, Colucci. Allenatore: Giuseppe Furnari.

Città di Messina: Simoni, Iovine (21′ st Ginagò), Andaloro, Cardia, Leo, Fragapane (36′ st Ballarò), Mancuso, Arena, Codagnone, Arigò (14′ pt Libro), Amante. In panchina: Maisano, Tiano, Scarfì, Alessandro. Allenatore: Sebastiano Basile.

Arbitro: Valerio Crezzini della sezione di Siena.
Assistenti: Davide Bonanno della sezione di Acireale e Davide Cicero della sezione di Catania.

Ammoniti: 2′ pt Fragapane (CdM), 2′ st Arena (CdM), 3′ st Ardiri (C), 6′ st Codagnone (CdM), 23′ st Campo (C), 38′ st Morabito (C).
Espulsi: nessuno.

Recupero: 1′ pt, 7′ st.

Commenta su Facebook

commenti