Il 2 ottobre il 27° Slalom di Misilmeri. Sfida tra le messinesi Miuccio e Di Dio

Jessica MiuccioJessica Miuccio su Renault Clio Rs (foto Manuel Marino)

Una tra le competizioni automobilistiche più longeve in Sicilia e nell’intero panorama nazionale si appresta a riaccendere i motori, a undici mesi dall’ultima edizione. Il 27° Slalom Città di Misilmeri si ripresenterà con la consueta colorata carovana al seguito nel weekend compreso tra sabato 1 e domenica 2 ottobre. Saranno assegnati punti importanti, a questo punto della stagione, per la Coppa AciSport 5a zona (7a e penultima prova per il 2022), per il Campionato siciliano della specialità a coeff. 1,2 (al 15° appuntamento stagionale), per lo Challenge Palikè 2022 e per il Prix “Serena Casubolo” (entrambi alla quinta tappa).

Katia Di Dio

Katia Di Dio in azione su Fiat 127 Sport

Nessuna sostanziale novità, rispetto all’edizione disputata lo scorso anno, ha riguardato la scelta del percorso. La kermesse automobilistica è articolata ancora lungo un segmento di gara della lunghezza di poco meno di 3 km, ricavato lungo la strada provinciale 38 “Misilmeri-Belmonte Mezzagno”, per Piano Stoppa. Sabato 1° ottobre sono in programma le operazioni preliminari della sfida tra i birilli. Le verifiche tecniche si svolgeranno dalle 15.15 alle 19.30. I motori delle vetture ammesse alla gara si accenderanno nel loro confronto con il cronometro domenica 2 ottobre, con la prima tra le tre manche competitive prevista alle 9. Saranno quattordici le postazioni di rallentamento con birilli, per i concorrenti, dislocate lungo il tracciato. Il transito veicolare nella zona verrà chiuso dalla direzione di gara dalle 7.30 di domenica 2 ottobre.

Giuseppe Virgilio

Giuseppe Virgilio su Radical Sr4 Suzuki (foto Flavio Lipani)

Ad imporsi nell’edizione corsa quasi 365 giorni addietro dello Slalom Città di Misilmeri è stato il trapanese Giuseppe Virgilio, su Radical SR4 Suzuki, che ha prevalso sul mazarese Totò Arresta (tra i mattatori dell’attuale stagione agonistica, con ben 6 affermazioni complessive), con la Gloria B5 Evo Suzuki e sull’altro veterano trapanese Nicolò Incammisa, al volante della fedele Radical SR4 Suzuki. Per quanto riguarda lo Challenge Palikè 2022, a comandare la classifica provvisoria dopo le quattro prove già in bacheca è l’agrigentino Salvatore Catanzaro, nell’abitacolo della veloce monoposto Gloria B5 Evo Suzuki. L’alfiere della Scuderia Armanno Corse dispone di 38 punti, uno in più di quelli a disposizione del misilmerese Filippo Cerniglia, che, nella gara di casa, proverà ad ottenere il pieno di punti con la sua Fiat 126 Suzuki.

Salvatore Catanzaro

Salvatore Catanzaro su Gloria B5 Evo Suzuki

Sul podio provvisorio il già citato Nicolò Incammisa (36 punti), su Radical “griffata” Trapani Corse. Situazione, pertanto, apertissima in vetta. Ad inseguire assai da vicino i tre battistrada sono il palermitano Tommaso Burgio (su Peugeot 106 Gti 16v, Misilmeri Racing) e l’agrigentino Salvatore Milioto (su Peugeot 205 Rallye per la RO Racing Cianciana). Nella speciale classifica provvisoria femminile, ancora dopo quattro appuntamenti già disputati, si difende in vetta la messinese di Santa Teresa di Riva Jessica Miuccio (con 17 punti, su Renault Twingo GT e Clio RS, per la RO Racing). Seguono l’altra messinese di Novara di Sicilia Katia Di Dio (12 punti, su Fiat 127 Sport), quindi le catanesi Rossella Pappalardo (10 punti, Fiat 500F, Puntese Corse) e Alice Gammeri (di Bronte, 6 punti, con la Renault Clio Williams, Piloti per Passione).

Autori

+ posts