Il 19 e 20 dicembre alla Sala Laudamo è di scena “Patres”

Patres-Salto-PiccPatres-Salto-Picc (foto Pasquale Cimino)

Alla Sala Laudamo il 19 e 20 dicembre ci saranno due serate all’insegna del teatro con l’evento speciale legato al Progetto “Laudamo in Città” dal titolo: “Patres”.

Una scena dello spettacolo

Una scena dello spettacolo

Lo spettacolo ha come protagonisti Dario Natale e Gianluca Vetromilo con la regia e drammaturgia di Saverio Tavano, la tecnica di Pasquale Truzzolillo, le foto di scena di Angelo Maggio e Pasquale Cimino ed è realizzato con il supporto della Regione Calabria ed in particolare la produzione della Residenza Teatrale Ligeia Lamezia Terme/Scenari Visibili. “Patres” ha già ottenuto importanti riconoscimenti in varie manifestazioni come il Festival Primavera dei Teatri 2014, il miglior spettacolo al Festival Inventaria 2014 Teatro dell’Orologio di Roma, il Premio contro le mafie del MEI 2014 e il secondo premio al Festival Teatrale di Resistenza Museo Cervi (RE). Lo spettacolo narra la storia di un giovane Telemaco di Calabria, che attende da anni il ritorno di suo padre, paralizzato davanti all’orizzonte che può solo immaginare dal buio della sua cecità. Il protagonista attende su una spiaggia bagnata dal Mar Tirreno e mette le mani in avanti per vedere l’orizzonte rivolgendosi al mare. Il mare rappresenta l’unica compagnia del protagonista che attende il padre che non è in grado di restare/tornare a casa, una terra a volte ostile. Un “Pater” che lega il figlio ad una corda perché altrimenti potrebbe perdersi ma allo stesso tempo risulta incapace di stargli accanto.

I volti dei protagonisti

I volti dei protagonisti

Telemaco dalla lunga attesa, non aspetta un Godot, aspetta realmente qualcuno e l’attesa è dinamica, come un’erranza, un rischio.

Commenta su Facebook

commenti