Ignoffo si racconta a Lega Pro Blog tra ricordi e nuove sfide

GM4_0011“Sono ottimista perché i punti a disposizione restano tanti in un campionato che si sta dimostrando molto equilibrato e ricco di pareggi. Bastano due-tre vittorie di fila per rimettersi in carreggiata. Certo, dobbiamo vincerle queste partite, ma siamo pronti”. Il difensore del Messina, Giovanni Ignoffo, intervistato da Lega Pro Blog, suona la carica nella settimana che condurrà alla trasferta di Caserta. Gara che il leader del pacchetto arretrato sarà costretto a saltare per squalifica dopo l’espulsione rimediata nel match con il Melfi. “È un problema di risultati. Solo quello. Mancano all’appello diversi punti – aggiunge –  mentre le prestazioni sono sempre state all’altezza della situazione. Solo in due circostanze abbiamo giocato male: in casa contro il Foggia e nella gara con il Castel Rigone”.

Quando smetti di giocare? “Me lo chiedo ogni anno. E mi rispondo che lo farò nel momento in cui diventerò un peso per la mia squadra. Non ho la presunzione di dire che voglio sempre fare la differenza, ma scenderò in campo fino a quando sarò utile alla causa e il fisico me lo consentirà. E ora me lo consente”.

Lega Pro Blog ha incontrato Giovanni Ignoffo, difensore vecchio stampo. Un veterano della serie C. A 36 anni gli hobby possono aspettare. Così come l’avventura da allenatore. Ora c’è il Messina da risollevare, una nuova sfida da vincere. Una carriera da onorare, tra ricordi agrodolci, la Uefa, un “Partenio” maledetto, l’incubo play-off, ma anche tante partite a briscola e un prestito al Napoli che forse gli ha tarpato le ali…

Clicca qui per leggere l’articolo di Daniele Miceli su Lega Pro Blog dal titolo “Giovanni Ignoffo tra ricordi e nuove sfide”

Commenta su Facebook

commenti