Igea, Raffaele: “Il punto mi sta bene, ho visto una squadra viva e compatta”

Peppe RaffaelePeppe Raffaele allenava l'Igea Virtus nella passata stagione

E’ finito 0-0 il big match del “D’Alcontres” tra Igea Virtus e Nocerina. Il tecnico Peppe Raffaele ha fatto il punto sulla condizione del gruppo dopo il pari che fa scivolare i barcellonesi al terzo posto, dietro la Vibonese e un Troina capolista ancora sconfitto: “Speriamo di recuperare tutti nelle prossime settimane, già da questa partita avevamo qualche attaccante in più. Kosovan è entrato, ha fatto una buona gara, ma deve prendere confidenza con la squadra. Alla luce della prestazione offerta il punto mi sta bene, ho visto la squadra viva e compatta. Abbiamo rischiato soltanto su due angoli per la loro fisicità. Oggi facevamo fatica, mancando Ferrante e Pitarresi, anche sotto il profilo dei centimetri e della statura. Lo sapevamo e abbiamo cercato altre soluzioni”.

Raffaele

La grinta di mister Raffaele (foto Puccio Rotella)

“Abbiamo costruito quattro o cinque palle gol – sottolinea poi Raffaele – contro una squadra che da un momento all’altro può sempre trovare la giocata. Rimpianti? Non siamo noi che dobbiamo guardare i risultati degli altri ma giocare al massimo tutte le partite come abbiamo fatto dall’inizio del campionato, tra 7 o 8 partite qualunque sia l’obiettivo massimo possibile non ci tireremo indietro. La squadra sta dando grossi segnali, ma paghiamo qualcosa per la poca esperienza”.

Sull’attacco, infine, analizza: “Ci sono state delle situazioni in area avversaria gestibili in modo diverso, si vede che ci manca un vero volpone. E’ però la sesta partita che non prendiamo gol perché i nostri attaccanti lavorano molto in fase di non possesso e anche la Nocerina ha fatto fatica a tirare in porta”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti