Igea 1946, Barresi lancia la sfida all’Acquedolci: “Andremo lì per vincere”

Igea

Per l’Igea 1946 si avvicina il momento della verità. Il big match in casa dell’Acquedolci può dire molto sulle potenzialità della squadra di Giuseppe Furnari, desiderosa di dimostrare tutta la propria forza. Davanti ci sarà una compagine con le medesime ambizioni, che sin qui ha mantenuto un andamento regolare.

Il numero uno barcellonese, Stefano Barresi, è consapevole sulla tipologia di partita che aspetta i propri ragazzi: “Una partita maschia, avvincente, giocata a viso aperto. L’Acquedolci è una squadra molto forte, ma noi andremo in casa loro per vincere. Con grande rispetto, ma senza timori di alcun tipo. Peraltro dobbiamo invertire il trend in trasferta, visto che non sempre ci siamo espressi all’altezza delle aspettative dei nostri impareggiabili tifosi”.

Stefano Barresi

Stefano Barresi, presidente dell’Igea 1946

Tra biancoverdi e giallorossi sembra un testa a testa, ma lo scontro diretto del “Fresina” di Sant’Agata non sarà decisivo a giudizio del presidente igeano: “Il campionato è ancora lungo e, qualsiasi sarà il responso del campo, chi dovesse uscire sconfitto avrebbe ampi margini di recupero. I ragazzi sono carichi, in settimana hanno lavorato bene e sono certo che in campo getteranno il cuore oltre l’ostacolo“. Fermi ancora ai box Foti, Crinò e Aveni, anche se quest’ultimo pare ormai sulla via del completo recupero. “Mi auguro sarà una bella festa di sport e che al novantesimo saremo noi a gioire per il risultato finale”.

Commenta su Facebook

commenti