Guerriera: “Serve più cinismo”. Quintoni: “Non meritiamo questa classifica”

Silvestri, Ferreira e Quintoni in azione. Il terzino perfeziona un recupero (foto Paolo Furrer)
Quintoni e Ferreira impegnati in marcatura (foto Paolo Furrer)

Quintoni e Ferreira impegnati in marcatura (foto Paolo Furrer)

Dopo aver colpito contro il Melfi si è ripetuto anche a Caserta. Marco Guerriera è tra gli uomini più in forma del Messina. Oltre al grande contributo in termini di corsa il centrocampista ex Milazzo riesce adesso a pungere anche in zona gol.

“Personalmente voglio continuare ad offrire il mio contributo – ha detto l’autore dell’1-1 ai microfoni di Antenna dello Stretto come ogni giocatore di questo gruppo, nel quale tutti puntano sempre a dare il 100%. ll gol è stato il coronamento all’ottima prestazione fornita dalla squadra. Abbiamo giocato con carattere e cattiveria, dobbiamo soltanto essere più cinici, per sfruttare al meglio occasioni come quelle avute nel corso del primo tempo. Nella ripresa abbiamo prevalentemente badato a portare a casa il risultato positivo, raggiungendo l’obiettivo su un campo difficile. Dobbiamo, dunque, continuare su questa strada ed avere la giusta mentalità, ma non possiamo perdere ulteriore terreno da chi ci precede in classifica. Contro la Vigor Lamezia serviranno a tutti i costi i tre punti”.

Silvestri, Ferreira e Quintoni in azione. Il terzino perfeziona un recupero (foto Paolo Furrer)

Silvestri, Ferreira e Quintoni in azione. Il terzino perfeziona un recupero (foto Paolo Furrer)

Bene anche Peppe Quintoni, sempre più a suo agio con questo modulo: “Abbiamo ottenuto un risultato positivo al termine di una gara difficile, giocata su un campo pesante. Nel primo tempo potevamo andare in vantaggio con Chiaria subito dopo aver trovato l’1-1, mentre nella ripresa ci siamo un po’ abbassati, senza però rischiare nulla. La Casertana ha invece siglato un gol irregolare, per il controllo di braccio di Agodirin. Io ho ammesso in un’altra azione di aver deviato il pallone e che ci fosse corner, il giocatore campano in quella circostanza non ha invece voluto dirlo all’arbitro. Il mio rendimento ? Sto bene fisicamente e spero di continuare ad avere questo spazio, per cercare di fare ancora meglio. Non meritiamo questa posizione di classifica, ma stiamo vivendo un momento positivo. Ci serve soltanto qualche vittoria in più per risalire la china”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti