Gruppo Zenith Messina: cuore e coraggio! Aretusa superata in rimonta

Gruppo Zenith-Aretusa, Trimarchi sotto canestro

Il Gruppo Zenith Messina vince in rimonta e conquista il secondo successo della gestione Anselmo. Ad uscire battuta dal PalaTracuzzi è la Polisportiva Aretusa, seconda in classifica, al termine di una gara dal punteggio basso, nel corso della quale le difese hanno avuto la meglio sugli opposti attacchi. La squadra peloritana ottiene due punti di platino, risale la classifica e aggancia Spadafora a quota 12. Una grande iniezione di fiducia per Mazzù e soci, che hanno chiuso il tour de force con una prestazione dai due volti. Nel primo tempo, infatti, gli scolari si sono adattati ai ritmi della squadra siracusana, con Caldwell al centro in grande sofferenza nel confronto con il più fisico Agosta. E mentre da una parte Ditrapano e Bellofiore mettevano punti importanti, dall’altra Messina non trovava la via del canestro, ma almeno limitava i danni in difesa. Nel secondo tempo la mossa di coach Anselmo, che mette sul perimetro Caldwell, con Trimarchi in post alto, scompagina i piani di Marletta, che nel frattempo ha perso anche Bonaiuto per un infortunio. La zona dei messinesi fa il resto e i biancorossi risalgono lentamente la china, piazzando il sorpasso nei minuti finali, fra l’entusiasmo del pubblico che finalmente esce sorridente dal PalaTracuzzi.

Gruppo Zenith Messina – Aretusa, palla a due

Siracusa parte bene con sei punti consecutivi realizzati da Ditrapano (4) e Bellofiore. Anselmo chiama time out, al ritorno in campo Caldwell riduce lo svantaggio, ma Tolliver da sotto ricaccia indietro Messina. Mazzù rileva Buono, ma è ancora Caldwell a completare un gioco da tre per il 5-8. Difese ermetiche e attacchi spuntati, si segna dalla lunetta ma mentre Ditrapano e Bonaiuto fanno 1/2, Mazzù e Trimarchi non sbagliano (9-12). Il canestro di Bellofiore chiude il primo parziale sul 9-14. La tripla di Alescio apre le danze nel secondo periodo, Caldwell dalla media e Weglinski (1/2) riportano a -5 gli scolari che però stentano molto in fase conclusiva. Cinque punti consecutivi dalla linea della carità lanciano la squadra di Marletta sul +10 (12-22). Tocca a Buono tenere a galla i suoi, dopo i liberi realizzati da Mazzù, la tripla centrale di Agosta e l’1/2 di Boscarino regalano il massimo vantaggio agli ospiti (18-30). I liberi di Buono fissano il risultato sul 20-30 al riposo lungo.

Gruppo Zenith – Aretusa, Ditrapano in azione

Al ritorno in campo Messina appare più determinata, anche se è il solito Ditrapano ad andare a segno. Fathallah suona la sveglia ai compagni con un canestro in penetrazione ed una bomba (25-32). Dopo il canestro di Bellofiore, Messina piazza un break di 7-0 firmato Caldwell (tripla), Fathallah e Weglinski. E’ un momento favorevole per i padroni di casa, i quali non sfruttano il viaggio in lunetta di Trimarchi (per lui 15 minuti in campo) che potrebbe valere il pari, così Bellofiore piazza la tripla e l’Aretusa si riporta a +5 per il 32-37 che chiude la terza frazione. L’inizio dell’ultimo quarto non è incoraggiante per la Basket School, Ditrapano inizia con una tripla e poi mette altri due canestri che ricacciano Messina sul -12 (32-44). Il break di 7-0 metterebbe ko chiunque, ma coach Anselmo cambia in corsa l’assetto della sua squadra, Siracusa perde le sue certezze e i peloritani iniziano la rimonta. Comincia Weglinski con un canestro da sotto, poi la tripla di Fathallah scalda il pubblico. La palla viaggia bene fra le mani dei biancorossi: Mazzù, dall’angolo, mette la tripla del -4 (40-44). Quando Caldwell realizza la bomba del -1, mancano 3’26” alla fine e Marletta chiama i suoi a raccolta. Messina difende bene e con Caldwell mette il canestro del sorpasso, quando mancano 2’22”. L’Aretusa non ci sta affatto, Ditrapano (top scorer del match con 23 punti personali) risponde dall’arco per il nuovo vantaggio ospite (45-47). Haitem Fathallah si erge a protagonista del match, e dire che non avrebbe dovuto scendere in campo per un infortunio all’occhio sinistro occorsogli sabato mattina nel corso della rifinitura. Il play agrigentino prima pareggia e poi realizza la bomba del 50-47 che chiude i giochi, anche se Messina stava per complicarsi la vita con una palla persa non sfruttata a dovere da Ditrapano.

Il gruppo Zenith festeggia a fine gara

Finisce tra gli abbracci dei giocatori messinesi, che vendicano la beffa dell’andata e guadagnano tantissimo in autostima, che di questi tempi conta più dei punti aggiunti in classifica.

Gruppo Zenith Messina – Polisportiva Aretusa 50-47

Parziali: 9-14; 11-16 (20-30); 12-7 (32-37); 18-10.

Gruppo Zenith Messina: Di Dio, Fathallah 15, Weglinski 5, Buono 6, Carnazza, Trimarchi 2, Mazzù 7, Marabello n.e., Calderazzo n.e., Caldwell 15. Allenatore: Francesco Anselmo

Polisportiva Aretusa: Ditrapano 23, Vanacore n.e., Bonaiuto 1, Bellofiore 13, Carbone C. n.e., Alescio 3, Carbone A. n.e., Naso n.e., Tolliver 3, Boscarino 1, Agosta 3. Allenatore Paolo Marletta

Arbitri: Abate e Cappello di Porto Empedocle

Commenta su Facebook

commenti