Grassadonia: “La squadra ha dato tutto. Subìti due gol evitabilissimi”

Grassadonia dà indicazioni a Corona

Luci e ombre dopo il 2-2 con la Lupa Roma. Il tecnico del Messina, Gianluca Grassadonia, ha valutato così la prova dei suoi: “Da un punto di vista tattico ho visto bene la squadra nel primo quarto d’ora. Dopo l’1-0, invece, ci siamo innervositi. Nella ripresa siamo poi crollati fisicamente e loro hanno guadagnato campo. Inoltre siamo stati ingenui nella fase difensiva, subendo due gol evitabilissimi. In occasione dell’1-2 chi ha conquistato palla al limite dell’area è addirittura andato a far gol, con Bucolo che, essendo già ammonito, non ha potuto commettere fallo su Celli. Alla fine potevamo anche vincerla con il cuore, magari in una situazione confusionaria. I ragazzi comunque hanno dato tutto e sono stati applauditi dal pubblico. E’ stato molto bello. Il risultato può essere ritenuto giusto. La Lupa Roma si è dimostrata squadra organizzata e stava meglio fisicamente, ma noi abbiamo evidenziato un grande spirito”.

Il tecnico giallorosso (foto Paolo Furrer)

Il tecnico giallorosso (foto Paolo Furrer)

Il giallo comminato a Donnarumma ad inizio gara ha poi costretto Grassadonia a diverse modifiche nell’assetto tattico. “Donnarumma è stato subito ammonito ed essendoci da quelle parti un elemento pericoloso come Perrulli ho dovuto cambiargli posizione, optando per Silvestri come quinto, ma non eravamo affatto fluidi. Così dopo l’intervallo ho preferito non rischiare, perché potevamo restare in dieci, inserendo al suo posto Cane, un po’ in difficoltà all’esordio, e dirottando Benvenga sulla corsia opposta”.

Le problematiche legate ad una condizione fisica non ottimale della rosa hanno fatto il resto. “Abbiamo lavorato in ritiro, ma gli arrivi successivi hanno condizionato la crescita del gruppo. Enrico Pepe ha tenuto 100 minuti, non me lo sarei aspettato. Temevo che lui, Bjelanovic o Vincenzo Pepe potessero accusare dei crampi ed ho temporeggiato per le due sostituzioni successive. Corona sa tenere palla ed avevamo bisogno di lui prima, anche perchè risulta determinante con le sue sponde. Paez ? Ha disputato una buona partita, ma deve ancora conoscere i meccanismi del calcio italiano. Izzillo quando è entrato ci ha dato qualcosa in più. È un ’94 di grande prospettiva”.

Il tecnico Gianluca Grassadonia

Gianluca Grassadonia

Domenica il derby con la Reggina. Non sarà una gara come tutte le altre. “Io mi aspetto di recuperare tutti,  avrò anche Orlando a disposizione. È la partita per eccellenza, ma siamo indietro in classifica e ciò ci impone di fare il massimo. Lavoreremo sul campo da martedì per cercare di risalire”. 

Commenta su Facebook

commenti