Gli Svincolati Milazzo vogliono ripartire nel big match. Maganza: “Attendo risposte”

MilazzoSvincolati Milazzo (foto De Paoli)

Dopo aver smaltito la delusione per la sconfitta subita all’ultimo secondo in quel di Trapani, gli Svincolati Milazzo si rituffano nel campionato vogliosi di riprendere il cammino positivo che, per ben undici turni, li ha visti guidare in solitaria la classifica del campionato regionale di Serie D. Coincidenza vuole che proprio nel prossimo turno, sabato 12 alle 18:30 , i milazzesi ospiteranno la compagine che da domenica scorsa li precede di due lunghezze in prima posizione. Svincolati Milazzo – Fortitudo Messina sarà il big match della seconda giornata di ritorno, incontro che all’andata ha visto prevalere, di dieci lunghezze, i ragazzi di Coach Maganza.

Serie D

Coach Magaza – foto De Paoli

Ad analizzare il momento proprio le parole del tecnico milazzese: “Alla ripresa degli allenamenti abbiamo analizzato serenamente lo sfortunato match disputato con la Virtus Trapani. E’ naturale la delusione per come è arrivata la sconfitta ma ho ricevuto da tutta la squadra le risposte e i segnali che volevo. Tutti avrebbero voluto scendere in campo già dall’indomani per rifarsi della sconfitta subita- prosegue Maganza– e la gara di sabato arriva al momento opportuno. La Fortitudo è una squadra ostica, di valore ed attrezzata per ben figurare sino alla fine ed i risultati ottenuti lo confermano. Noi avremo la possibilità di riagganciare subito la vetta e bissare il successo dell’andata. Sicuramente dovremo dare il massimo ma sono convinto che abbiamo le potenzialità per imporci. Ritengo che ancora i miei non hanno espresso il meglio visto che, a parte la prima giornata di andata, abbiamo dovuto sempre rinunciare per infortuni vari a pedine importanti del nostro scacchiere. Adesso abbiamo recuperato tutti e sin da sabato incominceremo una vera e propria volata finale che determinerà, al suo termine, le posizioni di testa del campionato tra le quali sono certo figureremo”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti