Giorgione: “Pronti alla battaglia”. Barraco: “Vincere sarebbe la ciliegina”

Carmine Giorgione in sala stampa

Messina-Catania si avvicina, il conto alla rovescia terminerà domenica alle 14.30. Sale la febbre in città e i giocatori giallorossi sono già carichi in vista della sfida che riporterà al San Filippo una grande cornice di pubblico. Lo testimonia uno dei pilastri del gruppo, il centrocampista Carmine Giorgione: “Questa gara esalterebbe chiunque. Manca da tanto tempo ed è un derby importante che da grossi stimoli. La squadra è serena. Ci alleniamo benissimo, sapendo che domenica ci aspetta una battaglia, ma siamo pronti. I tifosi? Sono fantastici, a Melfi erano in 200 e ci hanno dato una spinta notevole. Domenica saranno tantissimi sugli spalti e rappresenteranno il nostro dodicesimo uomo in campo. Mi aspetto un Catania che ci rispetta, anche perchè sanno di aver di fronte una compagine importante come la nostra che sta facendo bene”.

Barraco in tuffo di testa anticipa un avversario

Barraco in tuffo di testa anticipa un avversario

Dopo aver firmato a Melfi la sua seconda rete stagionale Dario Barraco è adesso proiettato al match con il Catania. Con la voglia, magari, di essere ancora decisivo: “Ci aspetta una grande partita, lo si vede dal clima che si respira in città. E’ sempre un derby, ma ce la metteremo tutta come abbiamo sempre fatto, dalla prima giornata sino all’ultima, a Melfi. Per la città e i tifosi che se lo meritano cercheremo però di dare qualcosa in più. Domenica ci sarà tanta gente al San Filippo a sostenerci e cercheremo di ringraziarli alla fine nel modo migliore. Lavoriamo seriamente, da inizio settimana, ma è ovvio che questa gara ha un sapore particolare, senza voler sminuire le altre partite. Occorrerà comunque avere la stessa concentrazione e l’umiltà che ci hanno contraddistinto fino ad oggi. I derby sono molto belli e la rivalità col Catania è molto sentita, la storia parla chiaro. Se si vince il derby è la ciliegina sulla torta”.

Commenta su Facebook

commenti