Genovese subito decisivo. La Nuova Azzurra passa 4-3, al Gescal non basta Cardia

Nuova Azzurra FeniceLa Nuova Azzurra Fenice celebra il successo con il Gescal

Termina con una vittoria pirotecnica col punteggio di 4-3 la trasferta della Nuova Azzurra Fenice, che espugna il campo del Gescal nell’anticipo della dodicesima giornata di Promozione girone C. Subito a segno per la formazione barcellonese il neo-acquisto Anthony Genovese, sceso di categoria dopo l’esperienza nel RoccAcquedolcese, che promette di essere un autentico lusso per la risalita della squadra biancoblu. Cucè e Crinò allo scadere gli autori delle altre marcature.

Nuova Azzurra Fenice

Anthony Genovese ha salutato il RoccAcquedolcese

Gara spigolosa, giocata sotto una pioggia battente; la partenza è forte per gli ospiti che passano con una punizione di Cucè, che va a finire sotto l’incrocio. Il pareggio dei neroverdi arriva subito con Mannino, che finalizza un’ottima assistenza di Cardia. Al primo errore della difesa locale Genovese non perdona e con un colpo sotto riporta avanti i suoi a quattro minuti dalla pausa lunga. Il Gescal non demorde e alla ripresa pareggia subito col rigore trasformato da Cardia, autore di una prova degna della sua fama.

È il momento migliore per la squadra di Lucà, che prima colpisce un palo con Lavecchia e poi è pericoloso in avanti con Briganti. Alla metà della ripresa assolo di Genovese e nuova marcatura per l’ex RoccAcquedolcese che porta avanti i suoi per la terza volta. A dieci dalla fine il Gescal la pareggia con Cardia su errore del portiere Soldino, che non trattiene un cross dal fondo. Quando il match sembra potersi chiudere in parità assist di Genovese per l’accorrente Crinò, che segna regalando un successo pesante in ottica salvezza alla Nuova Azzurra.

Autori

+ posts