Fip, relazione di fine mandato. Correnti: “Tanti risultati nonostante il Covid”

FipCristina Correnti, i vertici della Fip Gaetano Laguardia e Gianni Petrucci, il rettore Salvatore Cuzzocrea

Attraverso una lunga nota il commissario straordinario Fip Sicilia Cristina Correnti ha informato le società siciliane dell’attività svolta, nel periodo commissariale resosi necessario dopo le dimissioni dei sei consiglieri avvenute a marzo 2021. Tra i punti elencati i contributi della legge 8/78 destinati alle società sportive, la sottoscrizione del protocollo d’intesa per l’effettuazione dei tamponi rapidi e i riconoscimenti in regione con la cerimonia celebrativa del centenario. Di seguito il testo completo: 

Fip Sicilia

I consiglieri della Fip Sicilia eletti a settembre 2020

Gentilissimi, come relazionato al Presidente Federale e al Consiglio Federale, “a parere della scrivente la situazione attuale del movimento cestistico regionale è avviata nella giusta direzione” e pertanto, ritenendo assolto il mio compito commissariale, e su mandato del Consiglio Federale ho provveduto a convocare l’assemblea elettiva regionale che si svolgerà il prossimo 23 gennaio. Il Comitato regionale siciliano oggi ha un’ottima situazione economica finanziaria, grazie ad una gestione improntata ad una forte razionalizzazione degli uffici e un corposo contingentamento dei costi fissi. I feedback che ogni giorno ricevo da tantissimi di Voi mi confermano la bontà delle scelte effettuate.

Fip

Una fase delle votazioni della Fip Sicilia (foto Castanea)

Tutto ciò, è stato possibile principalmente grazie all’apporto delle società che ho voluto fortemente porre al centro del dibattito prima delle scelte da intraprendere. Dal canto loro le società non si sono sottratte per nulla e hanno attivamente collaborato con il comitato con preziosi suggerimenti attraverso gli innumerevoli incontri effettuati attraverso la piattaforma Zoom, testimonianza del forte legame costruito con le società. Non smetterò mai di ringraziare gli uffici che, in piena pandemia e senza compenso, o a compenso ridotto, sono stati al servizio dei tesserati notte e giorno con gentilezza, professionalità e competenza, per permettere alla Sicilia una complessa ma coraggiosa ripartenza, per la quale è stata necessaria un’assistenza costante e continua a causa di problematiche diverse e sconosciute sino ad ieri, quali ad esempio la problematica “tamponi”.

Cristina Correnti

Il commissario della Fip Sicilia Mariacristina Correnti

Senza dilungarmi molto ritengo doveroso esporvi di seguito le principali attività commissariali che si sono svolte:
1) inoltrate tutte le istanze per l’anno 2021 alla regione Sicilia relative alle varie leggi regionali per i contributi alle associazioni sportive;
2) destinato il 90% dei contributi regionali assegnati con la L.R.8/78 2021 alle affiliate che con spirito di appartenenza hanno svolto l’attività agonistica nel periodo pandemico;
3) destinato il 10% della L.8/78 2021 per il Comitato in modo da potere finalmente estinguere il debito acceso nel 2017 nei confronti della sede centrale ammontante a 30.000 euro relativo al riconoscimento delle spettanze della signora Trevisano;
4) effettuata una programmazione economica finanziaria delle attività pervenendo ad un Budget 2022 in pareggio senza il bisogno di utilizzare il patrimonio per coprire il disavanzo, pur incrementando le attività in favore delle società;

Enrico Vinci

Enrico Vinci è stato presidente della Fip per ben 17 anni

5) avviata, tutta l’attività sportiva, avendo cura, ove possibile, di attendere anche quelle società meno fortunate di altre che hanno ottenuto spazi nelle palestre soltanto nel mese di novembre inoltrato;
6) ideato e organizzato, senza sostenere costi di produzione, grazie alla gentile disponibilità e professionalità di Lorenzo Anfuso il format comunicativo C Silver Live per la promozione della ripresa del massimo campionato regionale attraverso le immagini fornite dalle società grazie alle dirette facebook dalle stesse effettuate.
7) organizzato per la prima volta il campionato di C Gold con la collaborazione di tantissime affiliate che ha permesso alla Sicilia di ottenere la promozione diretta in B senza dover disputare fastidiose e antieconomiche fase successive;
8) formalizzata la candidatura della Sicilia per la disponibilità ad organizzare le fasi interzona di campionati giovanili, o una finale nazionale e lo svolgimento dei corsi per istruttori nazionali minibasket;

Fip

Un momento delle celebrazioni per i cento anni della Fip a Messina

9) ideata e organizzata la prima cerimonia celebrativa del Centenario della federazione italiana, nel ricordo del Presidente federale Enrico Vinci;
10) regolarizzata la situazione contrattuale della sede del comitato regionale, e provvedendo ad un riordino anche organizzativo della stessa;
11) ideata e organizzata una scuola arbitrale regionale per l’aggiornamento dei nostri arbitri regionali nel mese di luglio e, nel mese di ottobre, la nostra regione è stata scelta per dare un supporto organizzativo-logistico alla scuola arbitrale nazionale;
12) organizzato le fasi interprovinciali del 3X3 e la successiva finale regionale nella splendida cornice di Cefalù; provveduto ad aggiornare la situazione inventari delle sedi provinciali e regionali, ormai obsoleti;

Cristina Correnti

Cristina Correnti nelle vesti di giocatrice (foto Lumakamp)

13) provveduto all’omologazione dei campi e previsto in regione l’utilizzo dei campi scoperti per i campionati giovanili under 13 e 14 e per la Promozione;
14) dismissione n. 7 schede telefoniche, non ricomprese nel passaggio di consegne effettuato con il presidente pro-tempore Caruso, delle quali non si conoscevano gli utilizzatori. Tali schede avevano un costo fisso per ogni scheda a carico del comitato di euro 250 all’anno di tassa di concessione governativa, oltre al traffico effettuato, costo abbattuto grazie all’utilizzo dei componenti gli uffici e della sottoscritta del proprio telefono cellulare. Tutto ciò, e tanto altro è stato fatto in un periodo storico difficilissimo, nel quale abbiamo, tutti insieme, dovuto portare avanti l’attività non in maniera ordinaria, ma straordinaria, affrontando ogni giorno problematiche diverse, condite da sterili polemiche che nulla di buono possono portare al movimento cestistico siciliano, alle quali non ho inteso rispondere perché troppo occupata a lavorare per il movimento.

Cristina Correnti

Il Commissario della Fip Sicilia Cristina Correnti

La critica, tra l’altro, per me è sempre ben accetta perché spinge a migliorarsi ed anche perché sono consapevole che, come si usa dire in Sicilia, “Cu mancia fa muddiche”. Se poi gli attacchi, riguardano l’avere sottoscritto un importantissimo protocollo d’intesa, con costi a carico dell’assessorato regionale alla salute, per l’effettuazione dei tamponi rapidi per il quale si sono ricevuti anche svariati complimenti o l’avere assegnato una moltitudine di piccoli, riconoscimenti in regione con la cerimonia celebrativa del Centenario, ben vengano. Vuol dire che la Sicilia non è rimasta a casa ad attendere tempi migliori, ma si è rimboccata le maniche e ha lavorato.