Festa grande per l’Orlandina. Griccioli: “Gioia doppia per me. La dedico ai nostri tifosi”

Dal PalaRadi scocca una nuova dimensione per l’Upea Orlandina che espugna il campo di una diretta concorrente per la salvezza come la Vanoli Cremona e, ancora senza Flynn nel roster, dimostra di possedere qualle qualità tecniche necessarie per poter recitare al meglio in serie A. Grande soddisfazione nell’entourage paladino al fischio finale per il primo finale in volata vinto dopo i ko in serie di stretta misura con Pistoia, Bologna e Roma che potevano minare la serenità del gruppo. Una vittoria di grande sacrificio con la coppia Archie e Freeman sugli scudi (46 punti in due), sempre precisi quando serviti dai compagni.
In sala stampa coach Giulio Griccioli non sta nella pelle e cancella lo scomodo zero in classifica: “Siamo felicissimi per la prima vittoria in campionato, è anche la prima in Serie A per me, quindi felicità doppia. Abbiamo fatto una partita di grande solidità, non ci siamo disuniti di fronte alle difficoltà oggettive mettendo energia, voglia e determinazione su tutti i possessi. Questa è stata sicuramente la chiave insieme alla nostra attenzione sul piano partita. Voglio ringraziare chi ci ha seguito fino a qui, i nostri tifosi sono come sempre fantastici e ci hanno trascinato con la loro energia”.

Giulio Griccioli impegnato in un time out

Giulio Griccioli impegnato in un time out

In casa Vanoli Cesare Pancotto con la grande esperienza accumulata in tanti anni di carriera è consapevole che è necessario non abbattersi per il ko patito, come d’altronde non bisognava esaltarsi per i precedenti successi colti con Reggio Emilia e Pistoia. Ecco la sua analisi: “Voglio innanzitutto sottolineare la nostra cattiva difesa, ma nello stesso tempo lodare i miei per la partita generosa disputata. Il mio rammarico nasce dal fatto che abbiamo fatto 13 tiri in più dell’avversario, ma abbiamo perso per un solo tiro da 2. Infatti nel computo dei tiri liberi e delle conclusioni da tre abbiamo lo stesso score. Mancano ancora 26 gare per raggiungere il nostro obiettivo che è la salvezza, ma dobbiamo migliorare nella gestione, stasera abbiamo tenuto troppo la palla in mano”.

Commenta su Facebook

commenti