Ferraro: “Serve personalità, Gabionetta è un esempio. Lavoriamo sulla difesa”

Fc MessinaCarrozzino, Giannini e Gabionetta ad Aversa

Ad Aversa il Fc Messina ha dovuto incassare un’altra sconfitta sui titoli di coda, come era già accaduto a Lamezia. Il tecnico Emanuele Ferraro non può nascondere il suo disappunto: “L’amarezza fa parte di questo mestiere. Su un campo difficile avevamo tenuto testa a una formazione di vertice, soffrendo il loro dinamismo nel primo tempo. Nella ripresa abbiamo fatto molto bene, trovando il pareggio e poi costruendo due o tre occasioni per andare in vantaggio. È stata una bella partita, giocata a viso aperto. Nonostante tutto pensiamo positivo. È un buon punto di partenza”.

Fc Messina

Rosa Gastaldo è stato adattato da centrale difensivo

Pesa ancora una volta la gioventù di una retroguardia composta quasi interamente di under e completata per l’occasione con l’arretramento di Rosa Gastaldo: “Ha fatto il centrale, anche per farci uscire meglio nel palleggio. Come a Lamezia siamo stati bucati nella stessa zona di campo. Paghiamo un errore individuale grossolano, anche se proprio sulla fase difensiva stiamo lavorando tanto. Dovevamo chiudere meglio, ma la squadra è viva e cerca di recepire i concetti”.

In classifica la zona salvezza adesso è distante tre lunghezze: “Sono sfumati dei pareggi che potevano valere tanto. Dobbiamo alzare l’asticella a livello mentale. Servono più autostima e personalità anche con la palla tra i piedi. La voglia di fare bene non deve diventare ansia. C’è grande impegno ma non ci gira bene e ogni minimo errore lo paghiamo con gli interessi. Una sconfitta non è una catastrofe, bisogna avere la forza di rimediare. Si vedono tanti errori in categorie superiori, figurarsi in D”.

Fc Messina

Il tecnico Emanuele Ferraro in panchina

Domenica al “Franco Scoglio” sarà di scena una delle formazioni più esperte del girone, che vanta 12 punti in più del Fc Messina ed è a -1 dalla zona playoff: “Con il Santa Maria Cilento sarà una partita tosta. È una squadra ben costruita, conosco bene vari elementi. In casa dobbiamo assolutamente cercare un risultato positivo, al di là delle tante assenze”. Aliaga è ancora in dubbio, sembrano fuori causa Piccione e Santapaola, mentre Cuenca e Landi si stanno allenando in gruppo dopo un lunghissimo stop.

In chiave salvezza può essere fondamentale il rendimento del brasiliano Gabionetta, a segno nelle ultime due gare: “Le sue qualità che non le scopriamo certo noi. Le conosco dai tempi di Salerno. Ha grande esperienza e si è calato nel gruppo con spirito di sacrificio e applicazione. È un atteggiamento tutt’altro che scontato e un esempio per i compagni. Devono restare tutti sul pezzo: la prossima settimana la Coppa Italia ci consentirà infatti di schierare anche chi ha giocato meno per acquisire ulteriore convinzione”.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma