Fc Messina, Aiello: “Adesso subiamo meno. Sto crescendo dopo un momento no”

Jacopo AielloIl portiere del Fc Messina Jacopo Aiello (foto Familiari)

È stato un pomeriggio tanto bagnato quanto tranquillo quello di Jacopo Aiello, che non ha dovuto sporcare più di tanto i guantoni per fermare le offensive di un Marsala quasi mai pericoloso al “Franco Scoglio”. Dopo Troina, il Fc Messina mantiene inviolata la porta per la seconda domenica consecutiva.

La compattezza e le poche occasioni concesse agli avversari sono gli effetti visibili della cura Gabriele, riconosciuti proprio dal giovane estremo difensore: “Era importante ripetere la prova di Troina, in cui non abbiamo subito gol. Credo che il merito sia della difesa e di tutta la squadra, ma anche del nuovo modulo voluto dal mister, che ci consente di essere più coperti”.

Coria e Carbonaro

Coria e Carbonaro fanno festa dopo il 2-0 (foto Familiari)

Contro il Marsala, Carbonaro e Coria hanno timbrato il cartellino sfruttando due palle inattive. A non mettere mai in discussione il match ci ha pensato il resto della squadra: “Siamo stati attenti, la partita era difficile sia per le condizioni del campo che per l’avversario. Abbiamo avuto più fame del Marsala. Con i giocatori che abbiamo è più facile sfruttare certe situazioni, non era agevole giocare palla a terra con un terreno così pesante, ma siamo riusciti a trovare due gol su calcio piazzato, avendo due ottimi tiratori come Coria e Alessandro Marchetti.

Una giornata positiva dopo un inizio di stagione complicato per Aiello. Qualche prestazione non convincente ha fatto sorgere più di un dubbio sulla sua affidabilità tra i pali, ma adesso il peggio sembra alle spalle: “La difesa ha concesso poco, sono contento perché nelle prime partite sono stato messo un po’ in discussione anche per certe prestazioni obiettivamente non all’altezza. Adesso voglio dimostrare di poter essere un portiere da Messina. I risultati aiutano ad approcciare meglio le partite. Ho avuto un momento difficile, ma adesso sembra passato. A vent’anni questi periodi fanno parte di un percorso di crescita”. 

Commenta su Facebook

commenti