Fazzi: “Lavoriamo sodo, il Messina ancora un cantiere. Bello tornare a Perugia”

Nicolò FazziNicolò Fazzi alla seconda stagione nel Messina

Tra gli elementi di maggiore esperienza in casa Messina c’è sicuramente Nicolò Fazzi, che l’anno scorso ha collezionato 27 presenze, svariando in vari ruoli, dal centro della difesa alle corsie esterne, anche in mezzo al campo. Il ritiro è all’insegna dell’impegno, anche sulla falsariga di quanto Gaetano Auteri chiede tradizionalmente alle sue squadre.

Nicolò Fazzi

Nicolò Fazzi è tra gli elementi più duttili in casa Messina (foto Nino La Macchia)

“Stiamo lavorando forte. Il mister ci chiede tanto, di andare sempre oltre. Sapevamo che non era facile ma ci stiamo riuscendo. Abbiamo una bella struttura a disposizione, quindi quello è l’importante. C’è caldo ovunque, bisogna resistere e lavorare così sodo per quindici-venti di giorni in vista del prossimo torneo. L’importante adesso è concentrarsi sul campo”, ha ribadito all’ufficio stampa del club.

Il Messina riparte da una decina di over superstiti rispetto al passato torneo ma alcuni di loro hanno mercato e potrebbero anche partire per consentire alla società di monetizzare o comunque di abbattere il monte ingaggi. Fazzi non nasconde di attendersi ancora svariate novità: “C’è il mercato aperto, è un cantiere. La squadra è da rifare. Può accadere di tutto per tutti, vedremo come andrà a finire. Ai tifosi non prometto nulla perché ancora non sappiamo come sarà impostata questa squadra e questa stagione. Attendiamo risultati da parte della società e da parte nostra”.

Nicolò Fazzi

Nicolò Fazzi prova a liberarsi dalla marcatura (foto Nino La Macchia)

Il 27enne originario della provincia di Lucca ha giocato a Perugia in serie B nel 2014 e ci è tornato nel 2017. Complessivamente 38 presenze con un gol contro il Modena e un assist nel match con l’Avellino. “Ho ricordi molto belli, al di là dei ritiri che ho fatto qua. Con loro è stata la mia prima esperienza tra i professionisti. Ci sono molto affezionato. Conosco un sacco di gente, sono felice di tornare a trovarli”.

Il club umbro ha giocato tra i cadetti sette degli ultimi otto campionati, stazionando quasi sempre nell’alta classifica: “Lo seguo, ho un buon rapporto con il presidente Massimiliano Santopadre. È una piazza che vive di calcio e quest’anno ha preso un allenatore importante che ho avuto in passato come Fabrizio Castori, che ha vinto tanti campionati. Può fare bene, è la scelta giusta per questo campionato”.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma