La Famila Schio è Campione d’Italia per la sesta volta. Il sogno di Ragusa dura un tempo

Cinque partite, duecento minuti di gioco, quasi 15.000 spettatori sugli spalti e record di ascolti su Rai Sport. Una storia durata una stagione e una settimana, tanto è stata lunga la sfida tra Famila Schio e Passalacqua Ragusa.
Torcida piena al PalaCampagnola: il Famila Wuber Schio conquista il sesto scudetto della sua storia contro una Passalacqua Ragusa dimostratosi al primo anno di A avversario ostico e mai domo. Uno scudetto che legittima una stagione da protagoniste delle orange che scrivono un’altra pagina di basket memorabile.
La cronaca: Starting five: Schio propone Sottana, Honti, Macchi, Godin, Larkins; ragusa risponde con Gatti, Micovic, Williams, Malashenko, Walker.
Primo break di Ragusa 0-4 dopo 90” su due palloni persi in attacco di Schio. Il Famila Schio rompe il ghiaccio con Honti e Godin che riportano sotto le orange 4-7 al 3′. Larkins risponde a Walker (8-11 al 5′), ma Ragusa raccoglie in questa fase più rimbalzi offensivi e così trova il massimo vantaggio sul 10-17 a 2’37” dalla prima sirena. La difesa scledense non carbura come in gara 4, in questo primo quarto, e le giocatrici di Molino ne approfittano per chiudere il primo quarto 14-21.

Macchi (Famila Schio)

Macchi (Famila Schio)

Il secondo quarto con un minibreak di Schio (17-21), ma le ragusane replicano subito con Walker che porta il punteggio sul 17-25 a al 13′. E’ Honti a infiammare i 3000 orange presenti al PalaCampagnola con la tripla del 20-27 e poco dopo con la penetrazione del 22-27. Macchi replica da sotto alla tripla di Williams (24-30 al 18′) ma le iblee non fanno sconti e approfittano di un fallo e canestro messo da Malashenko (24-33). Alla pausa lunga è Ragusa, dunque, a condurre sul 26-33.
Apre bene il secondo tempo il Famila Wuber Schio con Honti e Larkins a segno (30-33); Ragusa è in affanno e con Malashenko gravata di quattro falli. E’ la torcida orange a spingere Sottana per il canestro del 34-33 al pari della tripla di Masciadri che risponde al canestro di Walker (37-35 al 26′). Il momento è topico: Nadalin raccoglie un prezioso assist di Larkins (39-35 con un parziale di 13-2 per le giocatrici di Mendéz in 7′). E’ Wabara a interrompere la serie positiva di Schio con un tripla allo scadere dei 24” al 28′ di gioco. La partita si rimette in equilibrio ma è una magia di Macchi allo scadere del 30′ a tenere Schio in vantaggio 44-41.
La partita adesso si gioca punto a punto: Macchi e Godin mettono un break importantissimo dopo 3′ dall’inizio dell’ultimo quarto (50-45 ) ma Schio è carico di falli (Masciadri e Honti entrambe a quota 4 con 6′ sul cronometro). Schio accelera a 4′ dalla fine fissando il 56-49 ma Williams segna la tripla del 56-52 a 3′ dalla fine. Macchi è gelida nella bomba del 59-52, Sottana poco dopo altrettanto. Il PalaCampagnola è in festa. Lo scudetto rimane a Schio. La festa è arancio nera, a fine gara la stella veneta Elodie Godin ha annunciato ai microfoni di Rai Sport che dopo 6 stagioni e 4 scudetti vinti in Italia la stagione prossima giocherà nella “sua” Francia, a Montpellier. Per Ragusa si chiude una stagione dei record coincisa con la conquista del secondo posto in campioanto e la bella per lo scudetto. L’avventura europea sarà il giusto premio per una società giovane ma che ha dimostrato con i fatti, nell’anno del debutto in A, di avere le giuste credenziali per porsi alla ribalta del panorama nazionale.

Nino Molino, allenatore di una sorprendente Passalacqua Ragusa

Nino Molino, allenatore di una sorprendente Passalacqua Ragusa

Famila Wuber Schio – Passalacqua Ragusa 68-54

Serie finita 3-2

Famila Wuber Schio Campione d’Italia 2013/2014

Famila Wuber Schio – Passalacqua Ragusa 68 – 54
Parziali: 14-21, 26-33, 44-41
Famila Wuber Schio: Reggiani E. NE , Sottana G. 10 (3/9, 1/6), Honti K. 10 (3/6, 1/1), Spreafico L. NE , Masciadri R. 3 (1/2), Godin E. 5 (1/5), Larkins E. 14 (5/12), Nadalin J. 8 (4/5), Ress K. (0/1, 0/1), Macchi L. 18 (3/7, 2/3), All. Mendez Miguel
Passalacqua Ragusa: Micovic M. 4 (0/2, 1/1), Gatti G. 4 (2/3, 0/1), Mauriello P. NE , Galbiati V. , Williams R. 15 (3/11, 2/7), Walker A. 17 (8/14, 0/1), Malashenko O. 7 (3/10, 0/2), Wabara N. 5 (1/4, 1/1), Soli A. (0/1), Valerio L. 2 (1/2), All. Molino Antonio
Arbitri:Eduardo Ciano, Alberto Scrima, Davide Scudiero
Note: uscite per 5 falli Masciadri Raffaella, Malashenko Olesia Famila Wuber Schio tiri da due 19/45 (42,2%), tiri da tre 5/13 (38,5%), tiri liberi 15/21 (71,4%), rimbalzi dif. 31, off 11, palle perse 13, rec. 11. Passalacqua Ragusa tiri da due 18/46 (39,1%), tiri da tre 4/14 (28,6%), tiri liberi 6/11 (54,5%), rimbalzi dif. 28, off 10, palle perse 11, rec. 14.

Commenta su Facebook

commenti