Esperienza positiva per gli atleti dell’Handball Messina alla 6^ edizione del “Trofeo delle Aree”

Sono rientrati da qualche giorno in riva allo Stretto i quattro atleti dell’Handball Messina che hanno preso parte alla 6^ Edizione del “Trofeo delle Aree”, manifestazione organizzata dalla FIGH nell’ambito del 13° Festival della Pallamano e riservata, quest’anno, a tutti i migliori talenti del panorama nazionale nati nel 2001/02/03 dei settori femminile e maschile.

La squadra Sicilia Femminile

La squadra Sicilia Femminile

La “quattro giorni” di Misano Adriatico ha rappresentato il giusto coronamento dell’attività condotta dai tecnici federali durante tutto l’arco della stagione, con vari raduni e allenamenti nelle aree territoriali che suddividono la penisola. Un’esperienza molto positiva per il giovanissimo centrale Alessandro D’Arrigo (2003) , mentre in campo femminile i colori della società del presidente Enzo Marino sono stati rappresentati dal portiere Federica Rifici (2002), dal pivot Alessia Miduri (2002) e dall’ala destra Adriana Nasisi (2001). Sono scese in campo sei formazioni nel torneo maschile (Area Nord, Area Centro Tirreno, Area Sud, Trentino-Alto Adige, Area Centro Adriatico, Sicilia) e sette in quello femminile (Area Nord, Area Tirreno Nord, Area Tirreno Sud, Area Sud, Trentino-Alto Adige, Area Adriatico, Sicilia), per un totale di 208 tra atleti e atlete, 23 tecnici e 39 partite suddivise sui due 40X20 della cittadina romagnola. In campo maschile il successo finale è andato all’ Area Nord, mentre tra le ragazze il podio più alto è toccato alla rappresentativa del Trentino-Alto Adige.

Tommaso D'Arrigo insieme a Federica Rifici, Alessia Miduri e Adriana Nasisi

Tommaso D’Arrigo insieme a Federica Rifici, Alessia Miduri e Adriana Nasisi

Grande soddisfazione nelle parole di Tommaso D’Arrigo, direttore tecnico dell’Handball Messina: “E’ stato un bellissimo momento di sport e socializzazione, una manifestazione organizzata come sempre curando ogni minimo dettaglio da parte della FIGH. I nostri ragazzi si sono ben comportati anche se, risultati alla mano, il confronto con le altre rappresentative è stato impari. Purtroppo in Sicilia si lavora su numeri diversi e questo alla lunga non aiuta l’attività dei selezionatori e logicamente alla lunga ha un peso non indifferente sui risultati finali. Tanto per fare un esempio, in Trentino-Alto Adige (regione molto meno popolosa della Sicilia) nell’ultima stagione hanno organizzato un campionato U14 Femminile a tredici squadre, mentre in Sicilia si è lavorato solo su quattro società.
Il recente ripescaggio della Messana nel massimo torneo Femminile, società alla quale il sottoscritto e l’Handball Messina mandano un grande in bocca al lupo per la nuova prestigiosa avventura, spero possa rappresentare un ulteriore stimolo per la crescita dell’intero movimento. Per aumentare la nostra competitività a livello nazionale bisogna lavorare su un maggior bacino di utenza, è fondamentale fare in modo che sempre più ragazzi e ragazze si avvicinino alla pallamano”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com