Emozioni nel vento: Nibali perde terreno. Vince Greipel, Cancellara leader

GreipelL'esultanza di Greipel, dopo una volata al fotofinish

Il Tour de France non perdona ed il vento e le cadute provocano selezione nella tappa più piatta. Successo di tappa per André Greipel, ma a sorridere è anche Fabian Cancellara che conquista la maglia gialla. Contador e Froome distanziano Nibali e Quintana. Giornata stregata per lo “squalo dello Stretto”, che ha subito anche una foratura nel finale.

La Cronaca. I ventagli tanto temuti hanno caratterizzato la seconda giornata nella terra dei tulipani, da sempre caratterizzata dal vento del Mare del Nord. Una tappa senza difficoltà altimetriche si è trasformata in una sfida senza esclusione di colpi. Fino a 60 km dal traguardo sole e bel tempo, poi quasi improvvisamente la corsa ha incontrato pioggia e vento, la caduta di Adam Hansen (lo stakanovista dei giri a tappe) ed è successo quello che sovente accade in una classica del nord.

Tour de France

Greipel si aggiudica in volata la seconda tappa del Tour de France

Il gruppo si è frantumato in tre tronconi: nel primo sono rimasti, tra i big, Contador e Froome, nel secondo è rimasto intrappolato Nibali con la maglia gialla Dennis, nel terzo Nairo Quintana e Valverde. Ai -35 il secondo ed il terzo gruppo si riuniscono, ma il ritardo dal primo segmento è giù superiore a 1’. Nibali ritrova comunque i suoi gregari, che erano rimasti in massa nel terzo gruppo. A comporre il gruppo di testa in 26: Froome, Thomas e Stannard (Sky); Contador, Sagan, Rogers e Bennati (Tinkoff-Saxo); Van Garderen, Van Avermaet, Quinziato, Oss, Schar e Wyss (Bmc); Kwiatkowski, Cavendish, Martin, Uran, Renshaw e Stybar (Etixx-Quick Step); Cancellara (Trek); Dumoulin e Barguil (Giant-Alpecin); Greipel, Gallopin e Sieberg (Lotto Soudal); Koren (Cannondale-Garmin).

A 26 chilometri dal traguardo anche una foratura per Nibali, davvero bersagliato dalla sfortuna. Il campione d’Italia riesce comunque a rientrare dopo qualche chilometro. Fora anche Bennati ai -16, e Contador perde una pedina importante. Fora anche Sagan! Il gruppo di testa mantiene comunque 1’ tondo a 15 km dall’arrivo. Contador resta con il solo Rogers e dunque il peso dell’offensiva grava sulle squadre più rappresentate, su tutte la Etixx e la Bmc (6 uomini per ognuna), poi la Sky (3) e la Lotto (3). Sagan rientra, a dimostrazione di una grande condizione.

Cancellara

Fabian Cancellara ha conquistato la maglia gialla, che gli era sfuggita il giorno prima

Niente da fare invece per gli inseguitori e lo “squalo dello Stretto”: il plotone più numeroso non riesce a recuperare, anzi vede aumentare il proprio distacco: 1’17” ai -10. Forcing dell’iridato Kwiatkowski e di Tony Martin, che puntano a riportare al successo Mark Cavendish, a digiuno da due anni alla Grande Boucle. Nell’ultimo km il treno della Etixx. Cavendish resta in testa ai 350 metri, ma è decisiva l’imperiosa rimonta di Greipel che brucia Sagan, terzo Cancellara che con un colpo di reni arpiona la maglia gialla. Grande sconfitto Mark Cavendish, solo quarto e la sua formazione, che fallisce anche l’assalto alla maglia gialla con Tony Martin. Il gruppo Nibali-Quintana giunge invece con un pesante ritardo di 1’27” sul traguardo.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma