Emozioni nel vento: Nibali perde terreno. Vince Greipel, Cancellara leader

GreipelL'esultanza di Greipel, dopo una volata al fotofinish

Il Tour de France non perdona ed il vento e le cadute provocano selezione nella tappa più piatta. Successo di tappa per André Greipel, ma a sorridere è anche Fabian Cancellara che conquista la maglia gialla. Contador e Froome distanziano Nibali e Quintana. Giornata stregata per lo “squalo dello Stretto”, che ha subito anche una foratura nel finale.

La Cronaca. I ventagli tanto temuti hanno caratterizzato la seconda giornata nella terra dei tulipani, da sempre caratterizzata dal vento del Mare del Nord. Una tappa senza difficoltà altimetriche si è trasformata in una sfida senza esclusione di colpi. Fino a 60 km dal traguardo sole e bel tempo, poi quasi improvvisamente la corsa ha incontrato pioggia e vento, la caduta di Adam Hansen (lo stakanovista dei giri a tappe) ed è successo quello che sovente accade in una classica del nord.

Tour de France

Greipel si aggiudica in volata la seconda tappa del Tour de France

Il gruppo si è frantumato in tre tronconi: nel primo sono rimasti, tra i big, Contador e Froome, nel secondo è rimasto intrappolato Nibali con la maglia gialla Dennis, nel terzo Nairo Quintana e Valverde. Ai -35 il secondo ed il terzo gruppo si riuniscono, ma il ritardo dal primo segmento è giù superiore a 1’. Nibali ritrova comunque i suoi gregari, che erano rimasti in massa nel terzo gruppo. A comporre il gruppo di testa in 26: Froome, Thomas e Stannard (Sky); Contador, Sagan, Rogers e Bennati (Tinkoff-Saxo); Van Garderen, Van Avermaet, Quinziato, Oss, Schar e Wyss (Bmc); Kwiatkowski, Cavendish, Martin, Uran, Renshaw e Stybar (Etixx-Quick Step); Cancellara (Trek); Dumoulin e Barguil (Giant-Alpecin); Greipel, Gallopin e Sieberg (Lotto Soudal); Koren (Cannondale-Garmin).

A 26 chilometri dal traguardo anche una foratura per Nibali, davvero bersagliato dalla sfortuna. Il campione d’Italia riesce comunque a rientrare dopo qualche chilometro. Fora anche Bennati ai -16, e Contador perde una pedina importante. Fora anche Sagan! Il gruppo di testa mantiene comunque 1’ tondo a 15 km dall’arrivo. Contador resta con il solo Rogers e dunque il peso dell’offensiva grava sulle squadre più rappresentate, su tutte la Etixx e la Bmc (6 uomini per ognuna), poi la Sky (3) e la Lotto (3). Sagan rientra, a dimostrazione di una grande condizione.

Cancellara

Fabian Cancellara ha conquistato la maglia gialla, che gli era sfuggita il giorno prima

Niente da fare invece per gli inseguitori e lo “squalo dello Stretto”: il plotone più numeroso non riesce a recuperare, anzi vede aumentare il proprio distacco: 1’17” ai -10. Forcing dell’iridato Kwiatkowski e di Tony Martin, che puntano a riportare al successo Mark Cavendish, a digiuno da due anni alla Grande Boucle. Nell’ultimo km il treno della Etixx. Cavendish resta in testa ai 350 metri, ma è decisiva l’imperiosa rimonta di Greipel che brucia Sagan, terzo Cancellara che con un colpo di reni arpiona la maglia gialla. Grande sconfitto Mark Cavendish, solo quarto e la sua formazione, che fallisce anche l’assalto alla maglia gialla con Tony Martin. Il gruppo Nibali-Quintana giunge invece con un pesante ritardo di 1’27” sul traguardo.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma